Live Sicilia

calcio - serie c

Akragas, adesso è caos totale
Di Napoli in bilico, Alessi: "Resta"


Articolo letto 432 volte

Il tecnico rimette il mandato nelle mani di Alessi, decisione attesa in queste ore convulse.

VOTA
0/5
0 voti

AGRIGENTO - Un altro risultato negativo che apre degli scenari decisamente poco incoraggianti per il prosieguo della stagione dell'Akragas, e che potrebbe anche portare a delle conseguenze decisamente poco gradite sul piano della guida tecnica. Le ore che seguiranno potrebbero essere infatti le ultime per Raffaele Di Napoli nel ruolo della formazione biancazzurra, sconfitta in casa - si fa per dire - anche dal Cosenza in un turno infrasettimanale del campionato di serie C che avrebbe dovuto, almeno nelle aspettative del club agrigentino, portare al riscatto dopo una lunga striscia di risultati negativi. Invece, contro la formazione silana è arrivata un'altra sconfitta, la sesta nelle ultime otto partite in cui è mancata la vittoria all'Akragas, oggi più che mai incapace di ribattere al risultato che è diventato negativo già dopo quattro minuti, e che è peggiorato ulteriormente con il raddoppio arrivato alla mezz'ora per gli ospiti. Una partita che è stata raramente in discussione per la compagine guidata da Piero Braglia, che ha portato a casa l'intera posta in palio con pieno merito.

Ora, la cosa più importante riguarda proprio il futuro dell'Akragas e soprattutto di Di Napoli. Il tecnico, stando alle notizie che arrivano dallo spogliatoio biancazzurro, avrebbe rassegnato le proprie dimissioni, assumendosi ancora una volta la totale responsabilità per un altro fallimento avvenuto sul campo per i colori che indossa. Di Napoli ha dunque rimesso il proprio mandato nelle mani del presidente Silvio Alessi, il quale anche oggi è stato oggetto di una piccola contestazione da parte degli spettatori accorsi sul campo neutro del "De Simone" di Siracusa per assistere alla partita. Un'altra piega decisamente negativa che si aggiunge ad una prima parte di stagione da dimenticare per i colori biancazzurri, che oltre alle problematiche sul piano logistico ed economico deve fare i conti con una situazione di classifica che ora rischia di diventare tragica. Dopo i risultati emersi in questo turno infrasettimanale, infatti, l'Akragas è sempre più invischiata nei bassifondi della classifica, all'ultimo posto con 9 punti così come Andria e Casertana, che però hanno giocato una gara in meno rispetto al Gigante.

Nel corso della mattinata potrebbe già arrivare la comunicazione relativa alla decisione che Alessi prenderà sul futuro di Di Napoli. Difficilmente il presidente dell'Akragas vorrà fare a meno di un soggetto dalla levatura morale e dall'esperienza del tecnico, ma al tempo stess si dovrà fare i conti con la situazione di un allenatore che fa fatica a dare una scossa, più sul piano emotivo e caratteriale che su quello del gioco, a una squadra che continua a subire alla prima occasione buona per gli avversari. Era già successo un paio di settimane fa contro la Sicula Leonzio ed è accaduto ancora contro il Cosenza: un gol preso a freddo nei primi minuti al quale non ha fatto seguito la tanto attesa reazione. Il gesto di Di Napoli assume proprio il carattere di una decisione presa per una situazione quasi di sfinimento, una candida ammissione di non poter fare più di quanto si stia già facendo. E tra il caos relativo all'Esseneto e il costante status di squadra in vendita, ora l'Akragas deve fare i conti anche con i problemi tecnici e della panchina.

AGGIORNAMENTO

In seguito ai risultati ottenuti nelle ultime giornate di campionato il presidente dell'Akragas, Silvio Alessi, esprime piena fiducia allo Staff Tecnico: “Pur non essendo soddisfatto dei risultati fino ad ora ottenuti dalla squadra - si legge in una nota - a nome della società dichiaro massima fiducia e stima per l’operato del nostro allenatore Raffaele Di Napoli e del suo staff". Squadra in silenzio stampa.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php