Live Sicilia

calcio - serie c

Caduta a sorpresa per il Siracusa
La Paganese passa al 'De Simone'


Articolo letto 1.909 volte

I leoni si fanno sorprendere in casa dall'ultima della classe e mancano l'appuntamento con un'apparente comoda vittoria.

VOTA
0/5
0 voti

SIRACUSA – L’ammonimento alla vigilia di mister Paolo Bianco non è servito al Siracusa che si fa sorprendere davanti al proprio pubblico dall’ultima della classe. Sul sintetico del ‘De Simone’, infatti, la Paganese passa 3-2 facendo una gran figura e disputando una partita frizzante a dispetto dell’ultimo posto in classifica. Una sconfitta meritata per un Siracusa che ha giocato una gara in salita sin dal 5’, quando gli azzurrostellati hanno messo la testa avanti con il calcio di rigore trasformato da Scarpa e, nonostante i numerosi i tentativi di riacciuffare il pareggio, l’uno-due terribile di Scarpa e Cesaretti ha affossato i leoni nella ripresa. A nulla sono valsi i gol di Scardina e Magnani oltre ad un finale arrembante tutto a tinte azzurre nonostante il rosso estratto a Daffara: la Paganese resiste e anzi non disdegna sortite offensive di rimessa che per poco non sorprendono ancora una volta la retroguardia, oggi rimandata in blocco, del Siracusa.

LA PARTITA - Pronti partenza e subito ospiti in vantaggio: l’arbitro giudica volontario il tocco con il braccio di Magnani all’interno dell’area di rigore e Scarpa dal dischetto è freddissimo nel trafiggere Tomei al 5’. Dopo lo shock iniziale, il Siracusa rialza la testa ed al 17’ va vicino al pareggio con un destro dal limite di Catania che manca lo specchio di un soffio dopo aver saltato nettamente Piana. Poco dopo ci prova Liotti su punizione, ma la conclusione è debole. Al 30’ è invece di nuovo la Paganese a rendersi pericolosa con l’ex di turno Talamo che da poco fuori l’area di rigore scaglia un sinistro velenoso che però non trova impreparato Tomei. Praticamente sul ribaltamento di fronte Galli è costretto a smanacciare un traversone insidiosissimo dalla sinistra e anticipa Magnani appostato in area e che già pregustava il sapore del gol. Al 40’ ci prova ancora la formazione ospite con Carcione su calcio di punizione e la palla non passa molto lontano dall’incrocio dei pali.

La ripresa si apre con il Siracusa che si spinge subito in avanti con Grillo che pesca sul secondo palo Mazzocchi, la cui sponda non trova nessun compagno in mezzo all’area pronta ad appoggiare in rete e la difesa riesce a spazzare con qualche affanno. Al 50’ risposta Paganese con Cesaretti che calcia da fuori e centra Talamo dentro l’area, il quale calcia a sua volta verso la porta mancandola di qualche metro e sprecando una ghiotta chance. Un minuto più tardi Grillo colpisce con la fronte da ottima posizione e non riesce a tenere bassa la conclusione. A ridosso dell’ora di gioco però gli azzurrostellati affondano il colpo: al 55’ ancora Scarpa firma il raddoppio infilando Tomei all’angolino sul bel suggerimento di Tascone, mentre al 58’ è Cesaretti a calare il tris con un gran tiro dalla lunga distanza. Bianco, dunque, prova a spronare i suoi anche attraverso i cambi e inserisce Sandomenico e Bernardo rispettivamente al posto di Mazzocchi e Toscano ed appena un minuto dopo ecco che Pippo Scardina gonfia la rete prendendo bene il tempo ai difensori in area e con la specialità della casa, il colpo di testa, accorcia sull’1-3 approfittando anche di un’uscita fuori tempo del portiere Galli. I leoni spingono e con un tentativo da fuori di Bernardo per poco non la riaprono, ma se davanti il Siracusa produce ed è temibile, dietro subisce opponendo una scarsa resistenza alle offensive della Paganese che coglie la traversa con un tiro-cross velenoso di Tascone al 67’. Il Siracusa fatica a costruire, mentre la manovra degli ospiti è fluida e, nonostante il vantaggio rassicurante al 73’ si rendono ancora pericolosi con Cesaretti che lascia sul posto Daffara e Spinelli e poi calcia in porta senza però impensierire Tomei. Tre minuti più tardi piove sul bagnato per gli uomini di Bianco che perdono anche Daffara per doppia ammonizione e rimangono in inferiorità numerica nell’ultimo quarto d’ora di gioco. La Paganese appare in pieno controllo del match, ma a sorpresa Magnani sorprende la difesa campana con un piatto destro sugli sviluppi di un calcio d’angolo: nulla può Galli, 2-3 ed all’83’ i giochi sono improvvisamente riaperti. Il finale di partita è tutto di marca azzurra, con i leoni che in dieci assediano l’area della Paganese. Bernardo viene anticipato all’ultimo da un provvidenziale intervento di Meroni, poi all’85’ ci prova anche Sandomenico ma il suo tentativo viene respinto da un difensore. Favo spezza il ritmo del gioco e opera i cambi a ridosso del recupero ed il Siracusa non riesce a imbastire azioni efficaci nonostante i tanti tentativi. Finisce così, con una sconfitta inaspettata ma meritata per quanto fatto vedere dalla Paganese.

Tabellino

Siracusa-Paganese 2-3

Reti: Scarpa 5’ e 55’, Cesaretti 58’, Scardina 61’, Magnani 83’.

SIRACUSA (4-2-3-1): Tomei; Daffara, Giordano Magnani, Liotti; Toscano (Bernardo 60’), Spinelli; Mazzocchi (Sandomenico 59’), Catania, Grillo (Mangiacasale 72’); Scardina. A disposizione: D’Alessandro, De Vito, Palermo, Di Grazia, Plescia, Parisi, Vicaroni, Mancino, Punzi. Allenatore: Bianco.

PAGANESE (4-3-3): Galli; Pavan, Meroni, Piana, Picone (Garofalo 90’+2’); Tascone (Ngamba 86’), Carcione, Scarpa; Talamo (Negro 90’+1’), Regolanti, Cesaretti (Carini 87’). A disposizione: Marone, Gomis, Bensaja, Maiorano, Baccolo, Buxton. Allenatore: Favo.

Arbitro: Sig. Matteo Gualtieri di Asti.

Assistenti: Sig. Enrico Montanari di Ancona e Sig. Francesco Ciancaglini di Vasto.

Ammonizioni: Liotti 29’, Giordano 39’, Spinelli 42’ Daffara 45’+1’ e 76’, Picone 54’, Sandomenico 63’, Scarpa 65’, Catania 72’.

Espulsioni: Daffara 76’.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php