Live Sicilia

calcio - serie c

Di Napoli punta il Trapani
"Ci sarà un Akragas guerriero"


Articolo letto 1.847 volte

Il tecnico del Gigante presenta la sfida del "Provinciale" con le armi ben affilate.

VOTA
0/5
0 voti

AGRIGENTO - Ancora un derby, ancora una trasferta insidiosa in cui non si parte con il ruolo di favoriti. Ma, si sa, nelle sfide 'fratricide' avere i favori del pronostivo non è sempre sinonimo di un reale vantaggio. Ecco perchè l'Akragas nutre legittime ambizioni di andare a fare il colpo al "Provinciale" di Erice, contro un Trapani che viene da una bella vittoria ottenuta sul campo del Bisceglie, ma vuole comunque dare seguito proprio a questo risultato per proseguire la scalata verso posizioni che più gli competono nella classifica del girone meridionale di serie C. Per questo motivo in casa biancazzurra c'è la ferma volontà di dare una svolta ad un periodo negativo della stagione, con un paio di sconfitte arrivate nonostante una buona prestazione sul campo, alla quale non ha però fatto seguito la concretezza e il cinismo che servono per fare punti pesanti e per dare la caccia a quello che è l'unico obiettivo possibile per il Gigante, ovvero la permanenza in questa categoria che passa anche da partite in cui si gioca a sfavore di pronostico.

Alla vigilia di una partita che è anche molto sentita in quanto derby siciliano, Raffaele Di Napoli spiega che l'Akragas venderà cara la pelle per uscire dal campo di Erice con un risultato che ribalti quanto di negativo è arrivato nelle ultime gare. Il tecnico biancazzurro sa perfettamente che i suoi giocatori danno sempre il massimo e giocano anche un discreto calcio, ma si rende conto del fatto che serve maggiore concretezza per ottenere i risultati necessari per scalare la classifica e tirarsi fuori dai guai: "Prepariamo la partita sempre allo stesso modo, con le giuste motivazioni. Dobbiamo alzare un po' la nostra convinzione, visto che nelle ultime due partite ci sono state le prestazioni, ma non i risultati. Dobbiamo metterci qualcosa in più: se fino ad ora ci abbiamo messo il 100% ora dobbiamo metterci il 120%, perchè evidentemente dare il 100% a noi non basta più. Mi auguro di continuare la nostra crescita perchè sappiamo cosa rappresentiamo, ovvero una città con tanto orgoglio. Ci giocheremo il derby come tutti gli altri, ovvero come guerrieri. Non possiamo mollare".

Non mancheranno anche i problemi di formazione per mister Di Napoli, il quale si presenterà al cospetto del Trapani senza tre giocatori che nelle ultime tre gare hanno sempre giocato, prima di fermarsi per infortunio. Un triplo problema che però non fa cambiare l'atteggiamento affamato e voglioso di rivalsa dello stesso allenatore, il quale confida anche nella voglia di riscatto dei suoi giocatori - in primis quelli che subentreranno ai compagni indisponibili - per andare al "Provinciale" per tentare un colpaccio che darebbe una nuova dimensione, in caso di riuscita, alla stagione dell'Akragas: "Mancheranno tre titolari, ma giocheranno altri. Non mi piace piangermi addosso, io conto sui giocatori che ho a disposizione e gli undici che manderò in campo saranno i più forti. Sta mancando solo il risultato, perchè le prestazioni arrivano. In questi due giorni abbiamo analizzato la sconfitta contro la Sicula Leonzio - conclude Di Napoli - , l'abbiamo messa da parte ma abbiamo visto che non basta giocare bene, forse è meglio essere più concreti".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php