Live Sicilia

basket - serie a

Colpo Orlandina: arriva Hogue
Vice campione d'Italia con Trento


Articolo letto 269 volte

I paladini accolgono il giocatore americano, reduce da un'ottima stagione con la Dolomiti Energia.

VOTA
0/5
0 voti

CAPO D'ORLANDO (MESSINA) - Alla fine, il colpaccio di mercato da parte dell'Orlandina Basket è arrivato. La società di via Alfano ha infatti annunciato di aver messo sotto contratto Dustin Hogue, uno dei principali protagonisti della splendida cavalcata della Dolomiti Energia Trentino nella scorsa stagione, che ha portato la compagine allenata da coach Maurizio Buscaglia fino alla finale scudetto persa contro i neo-campioni d'Italia di Venezia. Una aggiunta di un certo spessore, considerando le qualità tecniche e soprattutto atletiche di un giocatore che ha già dimostrato di poter fare grandi cose nel nostro campionato, ma anche un ingaggio necessario, visto che due settimane fa è arrivato il taglio nei confronti di Damien Inglis che ha costretto Gennaro Di Carlo in primis a una rotazione ridotta sul piano numerico, e poi ad un netto calo sul piano della qualità e del peso sotto canestro. Tuttavia, prima di poter dire che Hogue entrerà nelle rotazioni dell'Orlandina che domenica sfiderà Pesaro in trasferta, bisognerà capire se la società paladina riuscirà a risolvere in tempo la grana contrattuale che riguarda il giocatore.

Una vicenda che riguarda altre due società, oltre a quella del patron Enzo Sindoni. Dustin Hogue, infatti, dopo una grande stagione vissuta in Italia tra le fila di Trento, aveva deciso di non prolungare l'accordo con la società trentina per poi provare ad iniziare una nuova avventura lontano dall'Europa. Più precisamente in Corea, dove i Goyang Orions erano riusciti ad ingaggiarlo attraverso il Draft previsto dal campionato della nazione asiatica. Tuttavia, Hogue non è mai sceso in campo con la canotta della compagine coreana, pertanto aveva deciso di cercare una nuova squadra ma senza tenere conto del contratto in essere con la sua nuova squadra. Ecco che a questo punto entra in scena la seconda società in ballo in questa vicenda, il Pinar Karsiyaka. Hogue, infatti, aveva trovato un accordo con la formazione turca, la quale avrebbe però dovuto pagare il buyout da 100mila dollari previsto per liberare l'americano dal contratto in essere con i coreani. Buyout che il Pinar ha deciso di non sborsare, considerando anche che la FIBA ha posto il blocco del mercato sul club.

A questo punto, l'Orlandina Basket si è inserita nella vicenda, e forte anche della volontà da parte del giocatore di accettare una nuova situazione rispetto a quella grottesca attualmente in corso in Corea, ha detto di sì alle avances fatte dal direttore sportivo Peppe Sindoni, il quale lo ha portato almeno sul piano formale alla corte di Gennaro Di Carlo. Nel frattempo, Dustin Hogue ha deciso di lasciare i Goyang Orions ed è tornato per qualche giorno negli Stati Uniti per allenarsi da solo. In ogni caso, c'è da attendere la liberatoria da parte del club asiatico prima di poter considerare il giocatore americano un nuovo elemento del roster biancazzurro a tutti gli effetti. Nel frattempo annoveriamo alcune cifre decisamente interessanti, messe a segno da Hogue durante la sua ultima nonchè magica annata tra le fila di Trento: 10.7 punti e 7 rimbalzi di media durante la stagione, considerando sia le gare di regular season che quelle dei playoff. Ora per lui potrebbe iniziare una nuova vita cestistica, e per la stessa Capo d'Orlando potrebbe essere definitivamente voltata pagina dopo un inizio di stagione da dimenticare.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php