Live Sicilia

calcio - serie c

Il derby è della Sicula Leonzio
Akragas, la grinta non basta


Articolo letto 2.444 volte

D'Angelo in avvio di gara la sblocca, Bollino nel finale sigilla il secondo successo consecutivo bianconero.

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA - Il derby tra le siciliane 'in esilio' del girone meridionale di serie C vede la vittoria della Sicula Leonzio, che porta a casa la seconda vittoria consecutiva dopo quella clamorosa di sette giorni fa ai danni del Catania. Il campo del "Massimino" sembra portare finalmente bene ai bianconeri, che superano questa volta in casa l'Akragas nella sfida che opponeva il tecnico leontino Pino Rigoli al suo glorioso passato, quel Gigante che adesso non se la passa affatto bene e che dopo questo match porta a sei il numero delle partite senza vittorie. Sicula Leonzio che ha giocato una buona partita e ha portato subito il punteggio dalla sua parte con la zampata vincente di D'Angelo, arrivata dopo una bella azione. Gli ospiti guidati da Lello Di Napoli hanno provato a spingere e hanno alzato il proprio baricentro minuto dopo minuto. Ma nel finale di gara gli episodi hanno voltato le spalle all'Akragas, vista la follia di Sepe capace di farsi espellere con due ammonizioni in pochi secondi, e vista soprattutto la rete di Bollino che, allo scoccare del 90', ha definito il risultato in favore del padrone di casa.

La partita si mette subito sui binari giusti per la Sicula Leonzio, che nei primi minuti studia l'avversario prima di colpire: al 7' fuga sulla destra di Esposito, Marano non riesce a colpire ma ci pensa D'Angelo da pochi metri a battere Vono. I bianconeri danno l'impressione di poter gestire i ritmi della partita, al 12' c'è una chance per Arcidiacono che arriva sul secondo palo su un cross dalla sinistra ma trova solo l'esterno della rete. Akragas che ci mette un po' a reagire, il ritmo proposto dagli ospiti non è alto e allora ci si affida alle soluzioni da fuori, come nel caso della punizione di Longo al 25': palla di poco a lato. Leonzio parzialmente scossa dal pericolo e costretta ad abbassare il proprio baricentro, il Gigante sale e reclama anche un rigore per un contatto tra Esposito e Saitta, ma l'arbitro non vede gli estremi per il penalty. Scampato il pericolo, i padroni di casa tornano a spingere ed è ancora la catena di destra a fare male: De Rossi in scivolata ispira D'Angelo, al quale solo Vono col piede nega la gioia della doppietta. Ed è questa l'ultima emozione di un primo tempo che vede la Sicula meritatamente in vantaggio.

Il copione del secondo tempo appare abbastanza chiaro, con l'Akragas a caccia del gol del pareggio e la Sicula Leonzio pronta a sfruttare le sue doti nelle ripartenze in velocità. Così gli ospiti vanno ad occupare in massa la metà campo avversaria, ma il ritmo del Gigante è troppo blando; poi al 13' arriva il destro dal limite di Parigi, ma Narciso para agevolmente. Mister Di Napoli cambia le carte in tavola e a mezz'ora dalla fine inserisce Gjuci e Moreo, passando al 4-3-3. Pressione del Gigante più pesante, Rigoli cerca maggiore rapidità e si affida a Bollino al posto di Marano ma ad un quarto d'ora dalla fine, nel giro di un minuto, succede di tutto. Prima Moreo si fa prendere la mano e cerca il cucchiaio dal limite dell'area, facendo il solletico a Narciso, sul ribaltamento di fronte è ben più pericoloso Arcidiacono, che dal cuore dell'area trova la respinta da campione da Vono. Akragas a trazione anteriore nel finale con l'ingresso di Franchi, ma poi avviene la follia di Sepe: due gialli in pochi secondi e rosso gratuito. Un regalo di certo gradito dalla Leonzio, che chiude la partita con Bollino: tiro secco da dentro l'area, e 2-0 che congela i tre punti.

TABELLINO

SICULA LEONZIO-AKRAGAS 2-0 (7' D'Angelo, 90' Bollino)

SICULA LEONZIO: Narciso, Gianola, Camilleri, Aquilanti, De Rossi (74' Pollace), Gammone (89' Ferreira), Esposito, D'Angelo, Squillace, Marano (68' Bollino), Arcidiacono (89' Cozza). Allenatore: Rigoli.

AKRAGAS: Vono, Danese, Pisani, Russo (62' Moreo), Navas (78' Franchi), Saitta (62' Carrotta), Vicente, Longo, Sepe, Parigi (62' Gjuci), Salvemini. Allenatore: Di Napoli.

Arbitro: Prontera di Bologna.

Ammoniti: Vicente (A), Esposito (SL), Salvemini (A), Mileto (A), Arcidiacono (SL). Espulso Sepe (A) all'85' per doppia ammonizione.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php