Live Sicilia

palermo - parla zamparini

"Voglio chiudere con Cascio
Baccaglini si è rifatto vivo"


Articolo letto 5.192 volte

Le parole del patron, arrivato a Boccadifalco alla vigilia del match interno contro il Novara.


PALERMO - Una visita lampo a sorpresa. Il patron del Palermo Maurizio Zamparini torna in città alla vigilia della sfida contro il Novara e affronta il capitolo societario. Con Cascio si sta lavorando per chiudere la trattativa: "Stiamo andando avanti, penso che entro dicembre concluderò l’operazione. Il colloquio è stato molto positivo, in primo piano ci sono i soldi per la campagna di gennaio e poi un programma con loro di cinque anni che vede me come consulente. Sanno che non servono solo 10-20 milioni da investire, bensì 100. La due diligence è già chiusa, entro dicembre ci sarà un nuovo presidente ed una nuova proprietà. Baccaglini si è fatto vivo con Anania, l’avvocato palermitano dello Studio Withers, se arrivano a portare i soldi non c’è problema".

Quindi Zamparini parla anche della squadra e della sfida contro il Novara: "Da troppo tempo non vedevo i ragazzi, la partita di sabato è molto importante - spiega il patron -. Ho detto ai ragazzi che queste sono le partite più pericolose, il Novara ha vinto gli ultimi due incontri. Adesso tutte le squadre sono pericolose. Ho fatto vedere ai ragazzi che la società crede in loro, sia per la spalmatura che per il lavoro fatto fino ad oggi. Gli ho anche detto che non mi interessa più il possesso palla, ma i gol. Quattro pareggi contano meno di due sconfitte e due vittorie". Testa al campo, ma il Palermo sta già pensando anche al mercato di gennaio per rafforzare soprattutto l'attacco: "La promozione non sfuggirebbe anche col mercato, ma da un mese Tedino e Lupo sono a lavoro. Il mercato non lo faremo a gennaio, lo stiamo facendo adesso. Sono ancora convinto di vincere il campionato con dieci punti di vantaggio sulle altre. Rispetto a quando l’ho vinto con Iachini ci sono squadre più attrezzate, ma quando la squadra prenderà consapevolezza sarà diverso. Adesso abbiamo avuto la possibilità di vedere i giocatori, prenderò a Tedino cosa gli serve". 

Dopodiché Zamparini è anche tornato sul caos legato alle convocazioni: "Lupo ha il contatto con le nazionali, io ho preso contatto con dei miei amici. Questa, però, non è la cosa che mi preoccupa maggiormente. Sono più preoccupato per l’assenza di punte, l’attacco sarà un settore dove interverremo perché non abbiamo dei ricambi". Chiosa conclusiva sul tema della spalmatura degli ingaggi: "Rajkovic prende 600mila euro, ne prende metà ora e metà a giugno. Ci fa risparmiare sei mesi di Irpef (ride, ndr). Anche in caso di mancata promozione la spalmatura non sarebbe un problema". 

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php