Live Sicilia

basket femminile

Ragusa, rimonta non completata
San Martino batte le biancoverdi


Articolo letto 271 volte

Si ferma a due vittorie consecutive la striscia vincente della Virtus Eirene, ko in Veneto.

VOTA
0/5
0 voti

SAN MARTINO DI LUPARI (PADOVA) - Dopo due vittorie consecutive, molto positive anche per la modalità con cui sono arrivate, si ferma ancora la Passalacqua spedizioni Ragusa, che cede il passo alla Fila San Martino di Lupari nell'anticipo del sabato sera della terza giornata del massimo campionato di basket. Le biancoverdi di coach Recupido, forse con qualche tossina rispetto alla sfida di Eurocup in Ungheria ancora da smaltire, gioca una prima metà di gara da dimenticare soprattutto per la gestione nella metà campo difensiva, salvo poi reagire al rientro dagli spogliatoi soprattutto sulla tenuta del proprio canestro. La reazione nella metà campo avversaria arriva in ritardo, le venete riescono a tenere botta anche se nel finale di gara Ragusa avrebbe anche la palla per completare la clamorosa rimonta partita da -14 e di vincere una gara giocata però non abbastanza bene nel complesso per poter sorridere alle Aquile. Secondo ko in tre partite di campionato, dunque, per una Virtus Eirene che ora ha un grosso bisogno di mettere quanto più fieno in cascina nelle prossime gare stagionali, soprattutto nella propria lega oltre che in Europa.

Come detto, la prima metà di gara vede una grande difficoltà per la difesa schierata da coach Recupido, la quale non riesce a rintuzzare l'ottimo inizio di San Martino. Bailey trascina le compagne con un gran lavoro dentro l'area, ma anche il tiro da tre punti sembra funzionare piuttosto bene per le ragazze di coach Abignente. Anche l'attacco di Ragusa sembra lavorare bene, soprattutto con Consolini e una Hamby in un evidente stato di ottima forma. È però la difesa a dare brutte risposte a Recupido, con la Fila che chiude avanti 26-21 il primo quarto. A peggiorare la situazione, però, è il secondo quarto giocato dalla Passalacqua: squadra spenta, incapace di creare il basket che il proprio coach vuole, mentre dall'altra parte le padovane allungano in maniera decisa. Ancora Bailey, coadiuvata da Fassina e Mahoney, stampa un allungo importante che porta le padrone di casa sul +14. L'attacco biancoverde non gira, il divario rimane ampio nonostante un paio di giocate buone di Consolini. Così, le due squadre tornano negli spogliatoi con Ragusa che deve inseguire sul 44-30, ma che soprattutto deve dare delle risposte sul piano dell'intensità.

Coach Recupido striglia le sue ragazze negli spogliatoi, e qualche buon frutto sembra venire fuori in avvio di terzo periodo. San Martino si inceppa in attacco, forse con un breve passaggio a vuoto sul piano della concentrazione e con la sola Mahoney che riesce a creare qualcosa di buono. Dall'altra parte salgono di tono anche Kuster e Ndour, ma l'attacco continua a non produrre ciò che serve per operare la rimonta. Così la Fila rimane in doppia cifra di vantaggio e approccia l'ultimo quarto con il vantaggio di 54-40. Gli ultimi dieci minuti di gioco vedono la Virtus Eirene che avrebbe dovuto farsi vedere fin dalla palla a due. Grande determinazione e rabbia nelle giocate della Passalacqua sui due lati del campo, e se il terzo quarto offensivo di San Martino sembrava frutto della deconcentrazione, ora è chiaro l'impatto della difesa impostata da Recupido. In più arrivano risposte importanti anche in attacco, con Formica che prende coraggio e con il tandem Hamby-Kuster che diventa finalmente un fattore. Peccato che un paio di possessi offensivi non vengano gestiti nel migliore dei modi, e che Consolini non riesca a far fruttare l'ultimo possesso della gara, vedendo sbattere sul ferro il suo tiro nel cuore dell'area.

TABELLINO

FILA SAN MARTINO DI LUPARI - PASSALACQUA SPEDIZIONI RAGUSA 60-59 (26-21, 44-30, 54-40)

SAN MARTINO - Oroszova 7, Mahoney 10, Filippi 7, Tonello, Amabiglia ne, Fassina 12, Bailey 17, Keys 4, Beraldo ne, Gianolla 3, Baldi ne.

RAGUSA - Consolini 12, Gorini 5, Valerio, Formica 8, Miccoli ne, Soli, Bongiorno ne, Hamby 10, Kuster 14, Ndour 10.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php