Live Sicilia

basket - serie a

Orlandina, ti guida Atsur
"Con Milano per giocarcela"


Articolo letto 312 volte

Il playmaker turco vuole una Betaland in grado di rifarsi contro i favoriti per lo scudetto.

VOTA
0/5
0 voti

CAPO D'ORLANDO (MESSINA) - Tre sconfitte consecutive, tutte diverse tra loro ma che alla fine portano il segno meno all'arrivo della sirena finale. Contro Pistoia una brutta partenza che sembrava poter essere aggiustata nel corso della partita, salvo poi vedere il tracollo finale. Contro Bologna una squadra mai scesa in campo contro una rivale intenzionata a giocare senza avere pietà dell'avversario, come conferma anche il pesante passivo arrivato al minuto 40. Sul parquet dei turchi del Gaziantep, invece, un match iniziato male, recuperato quasi fino alla parità ma senza le necessarie energie affinchè ciò avvenisse. Ecco allora che la Betaland Capo d'Orlando non può non rituffarsi sul parquet e nell'atmosfera di un campionato che finora non ha regalato nemmeno una gioia alla formazione guidata da Gennaro Di Carlo, la quale cercherà ovviamente il riscatto ma dovrà farlo contro quella che è l'inevitabile favorita per la conquista del titolo nazionale, ovvero la EA7 Emporio Armani Milano. Una squadra fortemente rinnovata dopo la brutta annata passata, con la precoce eliminazione in Eurolega e soprattutto nei playoff scudetto.

Contro i meneghini, ora allenati da un grande coach come Simone Pianigiani, l'Orlandina ha comunque dei bellissimi ricordi. Due grandi vittorie arrivate rispettivamente tre e due stagioni fa, entrambe in un PalaFantozzi che ribolliva di gioia e di entusiasmo per una partita che di per sè è molto sentita, ma che con la vittoria ha dato sensazioni supplementari. E poi c'è il precedente del Forum dello scorso maggio, con la prima storica vittoria di una squadra di basket maschile in un playoff scudetto. E in vista del match contro l'Olimpia, c'è un Engin Atsur che sente questo desiderio di rivincita e che spera di poter trascinare i compagni dall'alto della sua esperienza: "Sappiamo quanto sia forte Milano, hanno un roster incredibile e sappiamo che vogliono vincere il campionato. Noi giocheremo in casa e avremo dalla nostra un grande aiuto da parte dei nostri tifosi. Dopo qualche sconfitta dobbiamo trovare il modo di invertire la tendenza e uscire da questa situazione, abbiamo la possibilità di affrontare una grande squadra, dovremo essere pronti. Abbiamo qualche giorno per prepararci, nelle ultime settimane abbiamo affrontato viaggi molto lunghi ma adesso pensiamo solamente alla prossima partita contro Milano".

Stando a sentire Atsur, la EA7 Emporio Armani Milano ha in sè delle doti importanti sotto diversi punti di vista, in primis riguardo alla qualità del roster costruito quest'estate. Il solito campionario di talenti di stampo internazionale, con l'ex giocatore dell'Alba Berlino che inquadra soprattutto nelle due guardie americane i principali pericoli per la sua Betaland Capo d'Orlando: "In questo campionato ogni partita è una sfida e in ogni squadra ci sono guardie molto forti - dichiara Atsur - , ma certamente giocatori come Jordan Theodore e Andrew Goudelock sono straordinari. Sarà una grande sfida per me, ma lo sarà per tutta la squadra in generale". Con Atsur si parla anche del recente debutto nella fase a gironi di Basketball Champions League, con l'amara sconfitta patita sul parquet turco di Gaziantep che ha però portato fuori dal parquet delle sensazioni positive al roster di coach Di Carlo, come confermato dal playmaker turco: "Sicuramente non siamo contenti della sconfitta ma abbiamo mostrato buone cose e una bella reazione. Dobbiamo lavorare sulla continuità e giocare bene per 40 minuti".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php