Live Sicilia

Calcio - Palermo

Centrocampo formato Erasmus
Tedino fa i conti con l'abbondanza


Articolo letto 1.181 volte

Il tecnico ha ampia scelta in un reparto dove si mescolano diverse nazioni.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Un centrocampo formato Erasmus. Ci sono un bulgaro, un bosniaco, due polacchi, un francese ed un italiano. Sembra quasi l'inizio di una barzelletta, ma in realtà è in quadro del centrocampo del Palermo. Bruno Tedino può sorridere in vista della sfida di domani contro il Frosinone visto che avrà a disposizione tutti i suoi centrocampisti. Un reparto completo, adesso diventato in soprannumero visto che sono appena due - tre nel caso in cui il tecnico dovesse scegliere il modulo con la difesa a quattro - i giocatori che possono ambire ad una maglia dal primo minuto. La difficoltà sta nel fatto che coloro che partivano ad inizio stagione dietro nelle gerarchie, hanno guadagnato posizioni trasformandosi in titolari.

Non ci sono riserve, tutti partono alla pari e settimana dopo settimana il tecnico deciderà chi mandare in campo. In questo momento, però, c'è un giocatore che appare irrinunciabile per Tedino: si tratta di Pawel Dawidowicz. Il polacco è un po' un vice Jajalo, riesce a fare bene la fase d'interdizione, spezza il ritmo, anche se pecca ancora in fase d'impostazione. Dawidowicz sta guadagnando sempre più considerazione, come ha fatto il connazionale Murawski. I due potrebbero formare la coppia di centrocampo titolare nella sfida di domani del Benito Stirpe, ma non bisogna dimenticare coloro che ad inizio stagione partivano coi gradi di titolari, Jajalo e Chochev.

I due non hanno deluso, ma non hanno neanche fatto cambiare idea a chi li ha criticati la scorsa stagione. Tedino, però, li tiene fortemente in considerazione, consapevole di poter contare su due giocatori che in Serie B possono rendere bene. Il quinto "incomodo" in questa mediana di qualità, poi, porta il nome di Eddy Gnahoré. Il francese in questa fase sta pagando un po' di stanchezza dopo l'impiego prolungato delle settimane scorse, ma potenzialmente può diventare un punto fermo di questo Palermo. Non va dimenticato, infine Luca Fiordilino: il giovane palermitano in pochi minuti contro il Parma ha dimostrato di farsi trovare nel momento in cui è stato chiamato in causa. Ad oggi, però, nulla è scontato in quello che probabilmente è il migliore centrocampo della Serie B.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php