Live Sicilia

calcio - serie d

Il Messina perde i pezzi
Si dimette anche Ferrigno


Articolo letto 1.346 volte

La seconda esperienza del direttore sportivo napoletano si chiude dopo appena un mese per via degli irreparabili dissapori con il presidente Sciotto.

VOTA
0/5
0 voti

MESSINA - La crisi del Messina si fa sempre più irreversibile. Fabrizio Ferrigno ringrazia e saluta Pietro Sciotto a cui ha comunicato, verbalmente, l’intenzione di abbandonare la nave. La seconda esperienza del ds napoletano si chiude dopo appena un mese, per via degli irreparabili dissapori con il numero uno peloritano. Ferrigno ha chiesto l’allontanamento del direttore generale, Giovanni Carabellò ma soprattutto del tecnico Antonio Venuto, ma da parte di Sciotto è arrivato un secco no. L’intento del numero uno giallorosso è quello di ricomporre il puzzle per cercare di salvare il salvabile, mentre Ferrigno non ha mai nascosto il desiderio di cambiare sia sotto il profilo del management societario che quello della guida tecnica. Per non parlare dei copiosi investimenti da fare nel mercato, ritenuti necessari per rafforzare una squadra che sulla carta merita più dei 2 punti racimolati sin qui, ma che non può certamente competere per le posizioni che contano.

Ieri il comunicato di Sciotto che ha annunciato la volontà di voler rispettare gli impegni, quindi gli stipendi, ma la sensazione è che da parte della proprietà non ci sia la volontà di voler investire. Così Ferrigno si è sentito con le mani legate, tanto che già nella giornata di sabato, alla vigilia del match poi perso in casa contro l’Acireale, aveva comunicato il proprio addio a Sciotto. Negli ultimi 4 giorni la situazione è ulteriormente precipitata, gli incontri che si sono svolti ieri e oggi non sono serviti a rimettere in piedi una situazione ormai irrimediabile, anche se Ferrigno non avrebbe mai ufficialmente firmato il contratto che lo lega al club.

Molto presto potrebbe arrivare una presa di posizione dei tifosi, fino a ieri anche intenzionati a fare un passo indietro circa la contestazione verso la dirigenza. Ma l’addio di Ferrigno, ritenuto l’uomo su cui puntare per costituire una rosa all’altezza ed una società forte e strutturata, potrebbe ulteriormente allontanare il tifo organizzato e la società. E quello di Ferrigno potrebbe non essere l’ultimo addio, a ruota potrebbero arrivare le dimissioni del team manager Ciccio Alessandro.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php