Live Sicilia

Calcio - Serie B

Coronado: "Torniamo in serie A
Poi tutti da Santa Rosalia"


Articolo letto 1.454 volte

Le parole del brasiliano protagonista della seconda tappa del "Palermo Football Tour".

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Il mare, il sole ed il bel tempo. Elementi che ricordano un po' il Brasile e che hanno consentito a Igor Coronado di ambientarsi nel migliore dei modi a Palermo. Un giro per Mondello accompagnato da sua moglie Karin nella seconda tappa del "Palermo Football Tour": "Sto benissimo a Palermo, basta guardare il tempo che c'è qua - esordisce Coronado - Si sta molto bene, c'è il mare, c'è tutto per un brasiliano. Una città dove si sta benissimo. Il caldo e l'afa ricordano la mia Londrina, anche se lì non c'è il mare. Tra Malta, Trapani e Palermo sono sempre stato al mare, mi sto trovando benissimo, però c'è ancora da lavorare".

Bisogna lavorare, quindi, con Coronado che adesso ha ben chiaro qual è il suo sogno dopo aver realizzato quello di diventare calciatore: "Penso a fare bene qui e riportare il Palermo in Serie A. Il calore dei palermitani mi rende contento, ho subito cercato di conquistare la gente e di farli divertire allo stadio. Sto dando il massimo per raggiungere il nostro obiettivo. La spiaggia ed un pallone vanno bene ad un brasiliano, manca adesso la carne ed un ristorante brasiliano qua a Palermo".

La Serie A è un obiettivo dichiarato e Coronado fa una promessa lui che è molto religioso: "Ancora non sono stato da Santa Rosalia. Se andremo in Serie A cercherò di portare tutti i compagni da lei". Chiosa del brasiliano sul cibo palermitano e sulla famiglia: "Preferisco il dolce, i cannoli mi fanno impazzire. La famiglia è la cosa più importante per me, sono sempre stati accanto a me e mi hanno aiutato. Sono la cosa più importante al mondo".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php