Live Sicilia

calcio - serie d

Messina ko nel derby: è crisi nera
L’Acireale passa al Franco Scoglio


Articolo letto 1.487 volte

Il gol in pieno recupero del granata Gualdi certifica il periodo no dei peloritani. Ora il futuro di Venuto appare appeso a un filo.

VOTA
0/5
0 voti

MESSINA – Adesso per il Messina è davvero crisi. L'Acireale passa al "Franco Scoglio", grazie al tap-in vincente di Gualdi al 92'. E dire che per i giallorossi le cose si erano messe bene grazie al gol di Dezai al 35', immediatamente pareggiato da Testardi già al 45'.

Venuto è squalificato, così in panchina si siede il secondo Pietro Russo. Confermato l'ormai consueto 4-3-3, Bruno e Colombini formano la coppia di difesa, Cozzolino e Polito i terzini. Migliorini agisce da regista con Bossa e Lavrendi ai lati. Il centravanti è Dezai con Cocuzza e Rosafio ad agire sull'esterno. Proprio l'ex Juve Stabia ci prova con una punizione dalla destra, palla sul fondo. Siamo al 2' minuto. Sempre Rosafio ci prova dal limite al 14' al termine di una bell'azione personale, sfera alta. Il Messina è volenteroso, ci prova, si vede un frasegiob nello stretto più preciso e convinto, ma gli attacchi dei giallorossi sono sterili. Al 21' chance per i granata, su un traversone in area uscita errata di Prisco, Testardi la spizza di testa per Cocimanoche cicca la rovesciata a porta sguarnita. Al 35' il Messina passa in vantaggio, grazie ad un bello scambio sulla sinistra tra Lavrendi e Cocuzza, quest'ultimo riesce a penetrare in area e servire Dezai che tutto solo davanti a Barbieri, e in posizione regolare, segna il più facile dei gol. Una gioia che sa di liberazione per l'attaccante ivoriano, sin qui uno dei più in difficoltà. L'Acireale prova a rispondere poco dopo grazie ad una conclusione di Barraco che termina alta senza impensierire Prisco. Al 45' I granata pareggiano, corner dalla sinistra per l'inzuccata di Testardi che non lascia via di scampo all'estremo peloritano. Ultimo brivido di un primo tempo in cui il Messina ha fatto vedere qualcosa di più, ma l'Acireale non ha mai mollato.

Al 49' sponda di testa di Cocuzza per Rosafio che ciabatta la conclusione dal limite. Due minuti più tardi occasione colossale per il Messina, su una ribattuta dopo una rimessa dal fondo di Barbieri, Cocuzza si invola e si presenta tutto solo davanti all'estremo acese, ma l'ex Akragas si divora incredibilmente il nuovo vantaggio mandando alto. L'Acireale risponde una bella conclusione a giro testata da Palermo, palla che sfiora l'incrocio della porta di Prisco. Al 60' ancora Messina pericoloso, Rosafio riesce a sfondare sulla destra e mettere in mezzo, ma Cocuzza c'entra in pieno un difensore acese, poi Lavrendi ci prova debolmente e gli ospiti si salvano per la seconda volta in pochi secondi. Al 66' punizione di Migliorini dal limite, Barbieri blocca senza troppi problemi. Al 73' viene allontanato il tecnico acese Infantino. Tutto sembra ormai segnato, deciso ma al 92' arriva la beffa per il Messina. Una beffa confezionata dai due neo entrati Aloia e Gualdi. Il primo fa la sponda di testa per il secondo, che stoppa e calcia da due passi battendo Prisco.

Finisce con i fischi e i cori dei tifosi contro il presidente Pietro Sciotto e il dg Giovanni Carabellò. Arriva la quarta sconfitta in sei gare per una squadra capace di conquistare appena due punti. E dire che quella contro l'Acireale doveva essere la gara della svolta in positivo della stagione, lo è stata in senso diametralmente opposto. E adesso il futuro di Venuto sembra davvero appeso a un filo.

Tabellino

Acr Messina-Acireale 1-2

Marcatori: 35' Dezai, 45' Testardi, 92' Gualdi

Messina: Prisco, Polito, Cozzolino, Bossa, Bruno, Colombini, Rosafio, Migliorini, Dezai, Cocuzza (63' Bonadio), Lavrendi (78' Pezzella). A disposizione: Meo, Lia, Mosca, Bucca, Carini, Tricamo, Cassaro. Allenatore: Russo (Venuto squalificato).

Acireale: Barbieri, Tumminelli, Lombardo (63' Pannitteri), Manes, Di Maio, Barraco (88' Gualdi), Testardi (76' Aloia), Cocimano (63' Lordi), Palermo, Nigro, Scianamè. A disposizione: Scapolo, Dadone, Scapellato, Trippa, Albertini. Allenatore: Infantino

Arbitro: Sig. M. Giordano di Novara

Assistenti: G. Masini di Gorizia; F. Fabris di Pordenone

Ammoniti: Palermo, Migliorini, Testardi, Tumminelli, Gualdi

Espulsi: 73' Infantino per proteste

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php