Live Sicilia

Calcio - Palermo

Tedino ed i tre jolly polacchi
Tutti verso la titolarità col Parma


Articolo letto 1.464 volte

Murawski, Dawidowicz e Syminski si stanno rivelando dei jolly fondamentali e per la seconda volta potrebbero scendere in campo contemporaneamente dal 1'.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - I jolly made in Polonia. Murawski, Szyminski e Dawidowicz sono tre giocatori che si stanno rivelando molto utili alla causa del Palermo. Sono arrivati con il massimo dello scetticismo visto che per tutti e tre si tratta della prima esperienza di alto livello, ma in poche partite sono riusciti a conquistare Tedino attraverso prestazioni pulite, attente e senza grosse sbavature. Duttilità è la parola d'ordine per tre giocatori che in campo possono ricoprire diversi ruoli. Un pregio nel calcio moderno, una virtù soprattutto nei momenti di difficoltà per le assenze dei giocatori impegnati con le rispettive selezioni nazionali.

Tedino, infatti, manderà in campo Murawski, Dawidowicz e Szyminski contemporaneamente dal primo minuto contro il Parma. Un fatto tutt'altro che inedito quello di vederli schierati nell'undici titolari tutti assieme, visto che Tedino li ha lanciati contro il Brescia prima di rivederli insieme per mezz'ora contro la Pro Vercelli. E proprio contro i piemontesi Dawidowicz ha iniziato a convincere Tedino, prendendosi una maglia da titolare contro l'Ascoli che verrà confermata - giocoforza per assenza dei titolari - anche domenica contro il Parma.

L'ex Benfica B finora si è limitato a svolgere il suo compito davanti alla difesa senza grosse sbavature, ma può anche arretrare sulla linea difensiva in caso di necessità lì dove si trova il connazionale Szyminski. Quest'ultimo è ormai diventato la prima riserva della difesa dietro al "tridente" titolare formato da Struna, Cionek e Bellusci. Un difensore che gioca centrosinistra, fondamentale in un momento dove gli altri due mancini della rosa (Rajkovic e Ingegneri) sono alle prese con lunghi infortuni. Szyminski finora ha sempre giocato nella difesa a tre, ma può tornare utile anche in una difesa a quattro nel ruolo di terzino.

Quello che finora ha convinto maggiormente, però, è Radoslaw Murawski. Il paragone con Nainggolan per la grinta che mette in campo è già scattato, ma non è soltanto questo. Per Tedino il polacco è qualcosa di più visto che può giocare da mediano, da mezzala e anche da trequartista in un ruolo di vice Coronado che però sembra quasi una forzatura. Murawski ha trovato la via del gol in questo inizio stagione, acquisendo maggiore fiducia. Adesso dietro l'angolo una nuova prova per tutti e tre gli acquisti Made in Polonia, una grande chance per confermare ancora una volta di non essere a Palermo per caso.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php