Live Sicilia

calcio - serie d

Per il Messina è tempo di vincere
Con l’Acireale è un derby delicato


Articolo letto 590 volte

Ritmi serrati  in vista della sfida con gli acesi: i 3 punti non possono più sfuggire. Intanto è stata concessa un'agibilità parziale del Franco Scoglio.

VOTA
0/5
0 voti

MESSINA – Ritmi serrati per l’Acr Messina, che prepara il delicato match interno contro l’Acireale. Calcio d’inizio al “Franco Scoglio” previsto per le 15, per una gara che rappresenta ancora una volta l’ennesimo crocevia per il futuro del tecnico Antonio Venuto. Contro Gela e Gelbison i tre punti sono sfumati per un soffio, ma contro i granata allenati da Infantino la vittoria non deve sfuggire. I miglioramenti ci sono e non sono certo invisibili, ma due punti in cinque gare rappresentano un bottino troppo magro per una squadra partita con ambizioni di vertice. Giovedì si è svolta la classica partitella infrasettimanale contro gli Allievi, vinta dai ragazzi di Venuto per 13-0. In grande spolvero Cocuzza autore di cinque reti, a lui l’obbligo di sobbarcarsi il peso di un attacco davvero abulico, capace di realizzare sin qui appena due reti. In più contro gli acesi non ci sarà Ragosta, fermato per due turni dal giudice sportivo dopo il rosso rimediato a Vallo della Lucania nell’ultimo turno. Inoltre continuano a non arrivare buone notizie da Maiorano, che anche giovedì si è allenato a parte e quindi difficilmente potrà essere del match.

Capitolo stadio. La Commissione di Vigilanza ha concesso infatti un’agibilità parziale dello stadio “Franco Scoglio”. Per dare il via libera invece a una concessione annuale sussistono ancora due prescrizioni. Gli interventi effettuati nelle scorse settimane dal Comune hanno consentito infatti di risolvere le ormai celebri lacune legate all’impianto di rilevazione fumi e all’UPS, il gruppo di continuità, che ha avevano portato alla disputa a porte chiuse del match casalingo d’esordio con la Nocerina. Sono stati chiesti, invece, approfondimenti in merito alle porte d’accesso ed alle vetrate che separano gli spalti dal terreno di gioco. La certificazione precedente – come conferma anche il responsabile del Dipartimento Sport Salvatore De Francesco – valeva soltanto per il concerto di Tiziano Ferro, ospitato nell’impianto nel luglio scorso.

Infine la società peloritana dovrà fare una relazione sui costi di formazione del personale impiegato all’interno dello stadio. Nel frattempo, ovviamente, restano “congelati” il varo della prevendita e soprattutto della campagna abbonamenti che, tra inagibilità e mancanza di risultati sul campo, la società di Pietro Sciotto ha già rinviato a più riprese. Buone notizie arrivano invece dalla foresteria, oggetto di numerosi atti vandalici compiuti da ignoti nei mesi scorsi. La struttura è stata riaperta e potrà ospitare alcuni tesserati, che finora hanno vissuto in alcune strutture alberghiere a spese della società che dunque potrà contare su un cospicuo risparmio. Si va, dunque, su un rinnovo della concessione provvisoria ottenuta in occasione del match con il Gela, per poi avere la concessione annuale in attesa del doppio turno casalingo con Troina e Vibonese.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php