Live Sicilia

Calcio - Palermo

Coronado verso il rientro
Contro il Parma ci sarà


Articolo letto 1.749 volte

Il brasiliano è stato provato da Tedino alle spalle di Embalo e La Gumina.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - In un turno di campionato che si prospetta difficile per l'assenza dei nazionali, Tedino può sorridere per il rientro di una pedina fondamentale del suo Palermo: Igor Coronado. Il brasiliano, infatti, dopo aver tastato il campo nella sfida contro l'Ascoli è ormai recuperato e contro il Parma dovrebbe scendere in campo dal primo minuto. Ancora due giorni prima della sfida coi ducali, ma i dubbi sul suo impiego sono pochi e resta soltanto una piccola precauzione prima di sciogliere totalmente le riserve. Coronado, infatti, è stato anche provato ieri nell'undici che con ogni probabilità scenderà in campo al Barbera.

Tedino potrebbe cambiare modulo, affidandosi ad un 4-3-1-2. Uno schieramento inedito per questa stagione, visto che il tecnico finora ha sempre dato fiducia alla difesa a tre, provando solo in allenamento - sporadicamente in ritiro - lo schieramento a quattro. La notizia più bella, però, arriva dall'attacco con Coronado che ha giocato alle spalle di Embalo e La Gumina, coppia designata per forza di cose viste le assenze di Nestorovski e Trajkovski che stasera scenderanno in campo contro l'Italia.

La presenza di Coronado sarà importantissima per dare brio alla manovra offensiva del Palermo, un giocatore che da solo può spostare gli equilibri come ha già dimostrato in questo inizio di stagione. Inoltre, il brasiliano ha avuto "l'investitura" da parte di Fabrizio Miccoli per la maglia numero 10, degno erede dell'ex capitano rosanero dopo che la casacca è passata sulle spalle di diversi giocatori che non si sono dimostrati all'altezza.

Coronado a parte, Tedino ha provato una difesa inedita con Bellusci e Szyminski coppia di centrali e ai fianchi Rispoli e Morganella. A centrocampo, invece, stessi uomini visti contro l'Ascoli: in mezzo Dawidowicz con il compito di dettare i tempi, supportato da Murawski e Gnahoré nei ruoli di mezzale. Uno schieramento che a partita in corsa può anche tornare al 3-4-1-2 con l'avanzamento dei due esterni e Dawidowicz terzo di difesa, ma la sensazione è che Tedino possa passare alla difesa a quattro mettendosi quasi a specchio con il Parma e contrastando nel migliore dei modi un eventuale attacco a tre ducale.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php