Live Sicilia

calcio - serie c

È un Catania che sa soffrire
Lucarelli: 'Gran spirito di sacrificio'


Articolo letto 976 volte

Il tecnico rossazzurro ammette le difficoltà emerse ieri a Cosenza, ma si dice soddisfatto dell'interpretazione della partita da parte dei suoi uomini.

VOTA
0/5
0 voti

COSENZA – Tanta gioia per sacrificio e cuore che hanno portato al risultato pieno e alla quarta vittoria consecutiva. Le voci dei protagonisti rossazzurri sono un coro unanime di consapevolezza nell'aver lottato da squadra sfruttando il cinismo del primo tempo. Piedi per terra nell'ammettere le difficoltà del secondo tempo e la pressione che il Cosenza ha messo nel cercare di scardinare il fortino etneo.

Ammissione confermata da Lucarelli: “Ci siamo abbassati troppo soprattutto nella ripresa. Sono però contento del grande spirito di sacrificio della squadra ed è un fattore che non avevo considerato. Il Cosenza è forte e presto vedrete risalirà la china della classifica e questo secondo tempo l’avevamo immaginato sicuramente in maniera diversa ma ci sta che l'avversario ti possa mettere in difficoltà. Sono però molto contento, dobbiamo andare avanti su questa strada”.

Parole ribadite anche dal difensore centrale Aya con una fase difensiva muro assoluto con Pisseri imbattuto da 370 minuti: “E' un dato che ci inorgoglisce - afferma Aya - ma non abbiamo fatto ancora nulla. Abbiamo vinto una battaglia assoluta contro un Cosenza veramente forte. Abbiamo avuto però un ottimo approccio alla gara, ma paradossalmente il nostro gol ci ha fatto abbassare troppo. Dobbiamo continuare a lavorare in questo modo, senza mai abbassare i ritmi”.

Finale dedicato al match winner della gara Andrea Mazzarani rispolverato dal primo minuto da Lucarelli da mezzala pura ma prodiga di grande sacrificio ma con la qualità di un gol stupendo che vale tre punti: “Sono molto felice - afferma Mazzarani - sto dando tutto e spero di aver soddisfatto il mister anche nella fase di non possesso. Devo fare questo, dando equilibrio poi in fase offensiva devo assolutamente esprimere ciò che so fare meglio. Il gol non era facile ma per fortuna è andata bene. Nel secondo tempo abbiamo sofferto troppo, dovevamo gestire meglio la palla ma anche questi successi giocando male fanno bene al gruppo per crescere e maturare tutti insieme”.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php