Live Sicilia

basket femminile

Ragusa cade anche contro Napoli
Recupido pensa all'Opening Day


Articolo letto 291 volte

Il Memorial Passalacqua si chiude con due sconfitte, ma il coach ha l'alibi delle assenze.

VOTA
0/5
0 voti

RAGUSA - Si conclude con un'altra sconfitta il cammino nella preparazione estiva della Virtus Eirene Ragusa, la quale cede il passo anche alla Dike Napoli nell'ultima partita in programma per la seconda edizione del Memorial "Francesco Passalacqua". Il torneo organizzato e disputato sul parquet del PalaMinardi per ricordare la memoria del padre del patron della formazione biancoverde Gianstefano, le ragazze allenate da Gianni Recupido hanno ceduto il passo alla compagine partenopea, allenata da una vecchia conoscenza del club ibleo come Nino Molino e capace di sconfiggere la Passalacqua spedizioni in altre due occasioni durante l'estate, sul parquet di casa. Una partita molto tirata ma che alla fine ha visto prevalere Napoli nel giorno in cui Ragusa ha potuto ritrovare dalla propria parte Gaia Gorini, totalmente recuperata dopo l'infortunio patito nei primi giorni di allenamento. Ancora fuori gioco Alessandra Formica e Dearica Hamby, le cui assenze hanno pregiudicato il gioco soprattutto sotto canestro per la Virtus Eirene ma che potrebbero rientrare in vista dell'Opening Day, giorno che segnerà l'inizio del campionato. Per la cronaca, il memorial Passalacqua è stato vinto dall'Olympiacos, che dopo Ragusa ha sconfitto anche Napoli nella seconda gara giocata sabato.

Al termine dell'amichevole che di fatto conclude il pre-campionato della Virtus Eirene Ragusa, Gianni Recupido non appare troppo preoccupato per la doppia sconfitta rimediata nel memorial. In particolare ci sono delle assenze a pesare, come quelle di Formica e Hamby che non consentono il gioco sotto canestro: "Sicuramente è faticoso giocare senza pivot ma è faticoso anche il fatto che in allenamento non abbiamo mai lavorato con i pivot. Quindi non riusciamo a passare la palla dentro e in questo momento non abbiamo neanche a chi passare la palla dentro, quindi non abbiamo gli spazi per le esterne e ci riduciamo a giocare un pick and roll laterale che loro hanno neutralizzato molto bene. Con la differenza di statura, perché loro erano tutte lunghe e noi tutte piccole, non abbiamo potuto fare i cambi difensivi che invece abbiamo potuto fare contro l’Olympiacos. Purtroppo non siamo riusciti a correre e abbiamo fatto fatica, e questo per demeriti nostri e per meriti loro. Adesso dobbiamo cercare di arrivare bene a domenica per prendere due punti con Torino. Non sarà facile, perché saremo sotto pressione, perché siamo in casa, perché tutte le squadre di casa hanno sempre sofferto nell’Opening day".

Al termine di questo pre-campionato, dunque, c'è una settimana intera durante la quale preparare il debutto stagionale. Nell'Opening Day di domenica prossima si gioca contro la neopromossa Torino. Recupido ammette di non aver ancora visto all'opera la formazione sabauda, ma al tempo stesso fa capire che ci sarà tanto da lavorare per riuscire a scendere sul parquet del PalaMinardi nel migliore dei modi, e con alcuni schemi da affinare anche per recuperare quanto è stato perso durante la preparazione a causa delle pesanti assenze, come quelle già menzionate e relative ai lunghi: "Non ho visto neanche una loro partita quindi dovrò prepararla sulla base delle conoscenze che ho e dovremo necessariamente recuperare Formica. Oggi Kuster ha giocato tutto il tempo da 4, lei e Spreafico si spendono tantissimo giocando fuori ruolo. Sicuramente ci aspettiamo di più da Consolini che ancora non è entrata in condizione. Diciamo - conclude Recupido in merito al rendimento nel Memorial Passalacqua - che mi sarebbe piaciuto vincere una partita ma l’errore più grave che potremmo fare in questo momento sarebbe quello di abbatterci".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php