Live Sicilia

calcio - serie d

Messina, la vittoria sfuma al 90'
Cocuzza illude, ma il Gela fa 1-1


Articolo letto 1.146 volte

Primo punto per i giallorossi di Venuto: botta e risposta dal dischetto tra le due isolane.

VOTA
0/5
0 voti

MESSINA - Il Messina ritrova il pubblico ma non la vittoria. I peloritani al "Franco Scoglio" contro il Gela ottengono il primo punto della stagione, ma possono davvero mangiarsi le mani. I giallorossi la sbloccano al 69' grazie ad un penalty di Cocuzza e si ritrovano avanti di un uomo grazie al rosso inflitto a Marinali all'85'. Al 90esimo Bonanno ristabilisce la parità sempre dagli undici metri per un fallo di Bruno che viene mandato anzitempo negli spogliatoi. Venuto si gioca la panchina ma non cambia modulo, ma conferma il solito 4-3-3. In difesa subito spazio ai nuovi innesti Polito e Bruno, con Cozzolino e Colombini confermati. A centrocampo c'è Pezzella insieme a Bossa e Migliorni. In avanti, Lia e il nuovo acquisto Rosafio sono chiamati ad innescare Dezai.

Nei primi minuti la supremazia territoriale del Messina è evidente, ma il Gela crea una buona occasione al quarto d'ora con Roccella che dalla destra mette dentro un bel cross per Gallon che di testa manda alto. Il Messina risponde poco dopo, cross di Cozzolino dalla sinistra e Colombini svetta di testa senza riuscire ad inquadrare lo specchio della porta. Alla mezzora buono spunto di Lia sempre sulla sinistra che mette dentro un bel tiro-cross che però attraversa tutto lo specchio della porta e finisce sul fondo. Al 32' Romano è costretto a fare a meno di Bruno per infortunio, al suo posto Costantino Chidichimo. Al 43' conclusione insidiosa di Campanaro da circa una quarantina di metri, Prisco non si fa sorprendere ma nell'occasione va a sbattere sul palo ed ha bisogno dei soccorsi da parte della panchina peloritana. Finisce a reti bianche un primo tempo noioso, il Gela si è difeso con forza e ordine mentre il Messina non è mai riuscito a dare pericolosità ai propri attacchi.

Ad inizio ripresa Venuto getta subito nella mischia Maiorano e Cocuzza al posto degli impalpabili Pezzella e Dezai. Episodio anomalo al 53': Rosafio cerca di sfondare in area sulla destra e viene atterrato da Brugaletta. Il direttore di gara per un attimo dà l'impressione di aver indicato il dischetto, salvo poi cambiare idea una frazione di secondo dopo e indicare la rimessa dal fondo. L'ex Juve stabia però sembra il più ispirato in questo inizio di ripresa, poco dopo ci prova con un tiro a giro dalla destra al termine di una bella azione personale, ma la sfera termina abbondantemente sul fondo. Al 63' clamorosa palla gol per il Messina, Rosafio sforna un bel traversone per il neoentrato Ragosta, che colpisce di testa tutto solo a due passi da Biondi ma manda clamorosamente a lato. Al 69' il Messina legittima gli sforzi di questa prima parte di ripresa. Dopo un contropiede Rosafio riesce ad inserirsi in area bruciando Brugaletta e su una palla vagante e viene steso di Biondi in uscita, questa volta il direttore di gara indica il dischetto senza esitazione. Dal dischetto si presenta Cocuzza che spiazza l'estremo gelese. Poco dopo i padroni di casa sfiorano il raddoppio con una bella punizione di Migliorini che del vertice sinistro sfiora il palo esterno. l Gela prova a farsi vedere dalle parti di Prisco, ma all'85' la squadra di Romano si ritrova in 10 per il rosso diretto rifilato a Marinali, che a gioco fermo rifila una gomitata a Carini. Al 90' Ragosta si divora il 2-0, quando calcia in diagonale tutto solo senza riuscire ad inquadrare lo specchio della porta. Al 91' arriva la beffa per il Messina. Su una palla data in verticale che arriva lentamente in area di rigore, Bruno trattiene platealmente Gallon che si stava liberando per calciare. Il direttore di gara fischia il secondo rigore di giornata ed espelle Bruno. Dal dischetto si presneta Bonanno che spiazza Prisco. Questa volta il Messina può davvero recriminare per una vittoria che sembrava davvero ad un passo. I giallorossi hanno sbagliato troppo sotto porta, pagando a caro prezzo le occasioni spreate e una clamorosa ingenuità difensiva. Si può e si deve ripartire da questo buon secondo tempo, con un Maiorano apparso su buoni livelli e su un Rosafio in grado di fare la differenza. Il Gela è stato bravo a crederci, a restare in partita fino alla fine portandosi a casa un pareggio che vale oro. L'Igea Virtus dà spettacolo. I ragazzi di Raffaele superano con un perentorio 5-2 il Paceco. Vola anche il Palazzolo che batte di misura la Gelbison. Tris del Troina con l'Acireale mentre la Santacaldese strappa un prezioso 1-1 in casa dell'Ebolitana.

TABELLINO

MESSINA-GELA 1-1 (rig. Cocuzza 69', rig. Bonanno 90')

Messina: Prisco, Polito(75' Carini), Cozzolino, Pezzella (46' Maiorano), Bruno, Colombini, Lia (61' Ragosta), Bossa, Dezai (46' Cocuzza), Migliorini, Rosafio (75' Cassaro). A disposizione: Cuomo, Bucca, Bonadio, Lavrendi. All. A. Venuto

Gela: Biondi, Roccella (85' De Luca), Brugaletta, Cuomo, Moi, Campanaro (75' Bonanno), Bruno (32' Chidichimo), Marinali, Dorato, Alma, Gallon (92' Raimondi). A disposizione: Cascione, Bonaffini, Iannizzotto, Cataldi, Trombino. All. G. Romano

Arbitro: A. Munerati di Rovigo. Assistenti: N. Tinello di Rovigo, Riccardo Tesolin di Portogruaro

Ammoniti: Cozzolino, Migliorini, Brugaletta, Moi

Espulsi: 85' Marinali, 90' Bruno

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php