Live Sicilia

calcio - serie c

Primo squillo, i leoni sono tornati
Bianco frena: “C’è tanto da lavorare”


Articolo letto 3.125 volte

Il tecnico del Siracusa si dice contento della vittoria, ma bisogna ancora migliorare sotto tanti aspetti.

VOTA
0/5
0 voti

RENDE (COSENZA) – Una vittoria importante, la prima in campionato per il Siracusa di Paolo Bianco che festeggia i suoi primi tre punti in carriera da allenatore. Il successo di misura su un campo ostico come il ‘Lorenzon’ e contro il Rende, fino a ieri a punteggio pieno, muove la classifica degli aretusei, obiettivo primario dei leoni raggiunto grazie alla rete di Mancino e ad una gestione della gara intelligente dopo il concretizzarsi della superiorità numerica. Eppure il tecnico Bianco vuole qualcosa di più dal suo Siracusa, lo ha detto chiaramente nel post partita. “Mi è piaciuto l’atteggiamento iniziale della squadra che ha approcciato bene la partita – spiega il tecnico – e sono contento per i tre punti e per i tifosi che ci hanno seguito in tanti qui a Rende. Purtroppo tante cose non mi sono piaciute, come la gestione della gara con l’uomo in più. Una squadra esperta come il Siracusa doveva gestire meglio la partita in superiorità numerica”.

Il messaggio che passa, dunque, è che i tre punti servivano come il pane, per il morale e per la classifica, ma c’è ancora tanto da lavorare e la vittoria contro il Rende deve essere visto esclusivamente come un punto di partenza per una stagione arrembante: “Avevo avvisato i ragazzi che sarebbe stata una partita brutta e, dal mio punto di vista, non abbiamo fatto una bella gara, ma era importante fare i tre punti. L’ho detto alla vigilia in conferenza stampa e lo ripeto ora, era importante muovere la classifica e fare tre punti, ce li prendiamo ma c’è ancora tantissimo da lavorare”.

Se il Siracusa abbia già imboccato la strada giusta forse è ancora presto per dirlo. Certo è che, dopo che questa estate si è assistito ad un rinnovamento massiccio dell’organico ed al cambio alla guida tecnica, una vittoria alla seconda uscita in campionato, ottenuta peraltro in una trasferta così insidiosa, non può che promettere bene, ma prima di poter toccare con mano il lavoro di Bianco è quantomeno presumibile che dovrà passare ancora del tempo. La squadra va tuttora plasmata, i nuovi meccanismi di gioco devono ancora essere assimilati ed in attacco sembra che sia il solo Catania a doversi caricare sulle spalle il peso della fase offensiva.

Intanto Paolo Bianco è già avanti rispetto ad Andrea Sottil. La considerazione è puramente di natura statistica, ma vale la pena sottolineare come dopo sole tre giornate di campionato (due per il Siracusa se consideriamo il rinvio della sfida con la Fidelis Andria) l’ex Sassuolo ha già conquistato la prima vittoria e portato gli azzurri a 3 punti in classifica, mentre un anno fa Sottil dovette attendere la quarta giornata per ottenere il primo punto contro il Monopoli e addirittura l’ottava per la prima vittoria al ritorno tra i professionisti contro il Matera.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php