Live Sicilia

calcio - Palermo

Zampa: "Tedino leader del gruppo
Rifiutati 25 mln per tornare in A"


Articolo letto 4.025 volte

Le parole del patron rosanero attraverso il sito ufficiale del club.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Mercato chiuso e tanta soddisfazione per il lavoro fatto. Torna a parlare per la prima volta dopo la chiusura del calciomercato il patron del Palermo Maurizio Zamparini e lo fa ancora una volta attraverso i canali social del club rosanero. Una sessione di calciomercato dove il numero uno friulano ha rifiutato tante offerte importanti: "Mi avevano chiesto Chochev, Jajalo e Aleesami - racconta - Quando giocano nelle nazionali si mettono in mostra, mi erano arrivate diverse richieste. Il Palermo deve andare in Serie A, però, questa è una risposta a chi dice che dovevamo fare plusvalenze. Ho rifiutato 25 milioni perché voglio riportare la squadra in Serie A".

Obiettivo massima serie, ancora presto per parlarne, ma intanto arriva un avversario come l'Empoli che lotterà coi rosanero per la promozione: "Parlare di Serie A adesso è presto, è una partita importante tra due squadre retrocesse, ma con organici di Serie A - prosegue Zamparini - L'Empoli ha preso due giocatori che piacevano a noi, uno di questi è Caputo, che hanno fatto bene contro il Bari. Sarà una partita tra due allenatori che giocano a calcio, Vivarini l'avevamo seguito anche noi. Ci può stare una tripla, spero che Tedino la vinca. Vogliamo vincere questa partita, lo vorranno fare anche io".

Zamparini elogia anche il gruppo rosanero, soffermandosi su Rispoli: "Il vero leader è Tedino, quello che sta motivando tutti i giocatori. Sta facendo una bella squadra, sono contento. Nestorovski e Trajkovski hanno mandato messaggi dal ritiro della nazionale macedone, questo è un chiaro segnale della forza del gruppo. Ho voluto che Rispoli restasse a Palermo, nonostante alcune squadre ce l'abbiano chiesto. Il suo comportamento è stato da vero leader, è un combattente. Mi auguro che in Serie A, che non vedrà me presidente spero i compratori americani con cui stiamo trattando alacremente, sia protagonista per i prossimi anni. Lui è migliorato nel tempo, è come un buon vino che invecchiando migliora".

Chiosa finale di Zamparini sulla questione nazionali: "Nell'assemblea di mercoledì andrò direttamente io a contestare, c'è una lacuna che non hanno voluto colmare. Qualche presidente ha fatto delle dichiarazioni pro domo sua, ma queste cose deve decidere la Lega".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php