Live Sicilia

basket

Trapani vince il primo derby
Risposte positive per Agrigento


Articolo letto 255 volte

L'amichevole del PalaConad fa sorridere entrambe, ma la Lighthouse ha la meglio.

VOTA
0/5
0 voti

TRAPANI - La Lighthouse Trapani innesta le marce alte a poco meno di un mese dall'inizio della stagione ufficiale, e porta a casa una bella vittoria nel primo derby contro la Fortitudo Moncada Agrigento di questa estate. Nell'incontro disputato al PalaConad, la formazione granata ha avuto la meglio nella sfida tutta siciliana contro gli uomini allenati da Franco Ciani, nonostante un paio di assenze pesanti come quelle di capitan Andrea Renzi e dell'esterno americano Jefferson. Due carenze nelle rotazioni di coach Ugo Ducarello che sono state sopperire dall'ottimo lavoro di squadra e da un secondo tempo giocato ad alti ritmi alla formazione trapanese, in particolare dagli elementi del secondo quintetto che hanno svolto un ottimo lavoro. Dall'altra parte, Agrigento ha continuato a fare a meno del playmaker titolare Ruben Zugno e ha dunque provato ad affidarsi a Marco Evangelisti e Jalen Cannon, trovando buone risposte a livello di lavoro di gruppo. Tutti elementi che potranno tornare utili con l'inizio ufficiale del campionato, distante ancora tre settimane.

Ducarello presenta il quintetto iniziale composto da Bossi, Viglianisi, Ganeto, Perry e Simic, mentre Ciani mette in campo uno starting five che prevede Williams, Ambrosin, Evangelisti, Cannon e Guariglia. Tanti italiani in campo e tanti tiri liberi in avvio di gara, con Agrigento che parte meglio e Trapani che riduce lo strappo con i punti di Viglianisi e dell'americano ex Treviso, ma Evangelisti fa capire di essere già in ritmo. Dopo i primi minuti si dà il via alle rotazioni, ma Cannon resta in campo e fa il bello e il cattivo tempo, anche se Trapani riesce a rimontare e a sorpassare con Bossi e Spizzichini. Pepe, infine, firma i liberi del 19-20 di fine primo quarto. Il secondo periodo si apre con Williams e Spizzichini che rimpinguano i rispettivi tabellini, mentre le bombe di Pepe riportano avanti la Moncada. Trapani risponde con le triple di un ottimo Mollura e di Viglianisi, l'equilibrio regna ancora sovrano perchè Evangelisti vive una gran serata al tiro, Bossi prova a mettersi in ritmo da tre e Perry completa la rimonta: Lighthouse che va negli spogliatoi in vantaggio 42-40.

Si torna dagli spogliatoi, e Trapani decide di rompere gli indugi. Viglianisi schiaccia in contropiede, poi Perry e Bossi si mettono in proprio e il parziale si allunga. Agrigento fa fatica in attacco ma soprattutto in difesa, il cavallo di battaglia di coach Ciani, così Simic può usare il proprio atletismo e ancora un ottimo Viglianisi porta in doppia cifra il vantaggio Lighthouse. Dall'altra parte torna a segnare Cannon, decisamente meno incisivo rispetto al clamoroso primo quarto, poi Ganeto firma i punti del 66-54 che chiude il terzo quarto. Nell'ultimo periodo la formazione di casa prova a mantenere le marce alte: si sblocca Testa, Mollura spara altre due volte da tre punti e il parziale granata aumenta nonostante i canestri di Pepe. Agrigento si riavvicina sempre con gli italiani, i punti di Evangelisti e Lovisotto riportano sotto gli uomini di coach Ciani grazie ad alte percentuali in lunetta. Granata che rallentano improvvisamente in attacco, servono i punti di Ganeto in lunetta ma la Fortitudo non riesce a farsi sotto più di tanto, anche perchè i padroni di casa restano efficaci ai liberi con Simic.

La gara si chiude, c'è spazio per i sorrisi di entrambi. Così a fine partita Ugo Ducarello: "Le sensazioni sono assolutamente positive, l’intensità della partita è stata quella che mi aspettavo e sono molto soddisfatto dell’approccio avuto da tutti i miei giocatori. E’ evidente che, dall’inizio della preparazione ad oggi, abbiamo avuto una crescita e sono anche soddisfatto dell’inserimento degli americani, compreso Perry che, nonostante abbia ancora pochi allenamenti, è riuscito ad imprimere tanta fisicità su entrambi i lati del campo". Franco Ciani, dal canto suo, parla di una Fortitudo ancora a scuola: "È stato un test molto importante soprattutto sotto il profilo dell’adattamento a questo campionato. Nell’amichevole precedente, contro l’Orlandina, i nostri americani hanno avuto il primo approccio con la squadra mentre oggi, sia loro che i nostri giovani, hanno avuto un primo assaggio di quello che li aspetterà durante la stagione. A tratti abbiamo subito fortemente l’aggressività di Trapani, altre volte siamo riusciti a reagire nonostante le scorie della preparazione siano ancora tante".

Lighthouse Trapani-Fortitudo Agrigento 82-75

Parziali: 19-20; 42-40; 66-54

Trapani: Jefferson ne, Bossi 9, Renzi ne, Testa 4, Fontana, Guaiana, Ganeto 8, Mollura 12, Viglianisi 13, Spizzichini 6, Perry 8, Simic 10, Dosen 2, Vignali 4. Coach: Ugo Ducarello.

Agrigento: Zugno ne, Evangelisti 18, Cuffaro 6, Ambrosin 5, Pepe 15, Guariglia, Cannon 16, Williams 4, Lovisotto 6, Rotondo 5. Coach Franco Ciani.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php