Live Sicilia

calcio - serie c

Trapani, attento alla Sicula
Calori: "Dobbiamo essere concreti"


Articolo letto 990 volte

Il tecnico granata mette in guardia squadra e pubblico verso il secondo impegno interno.

VOTA
0/5
0 voti

TRAPANI - Dopo l'intervento della dirigenza in merito alle azioni svolte in estate sul fronte del mercato, ecco che si torna a fare sul serio in campo in vista di una partita da prendere con le molle, ma che servirà anche per mettersi alle spalle il complicato sabato di Lecce. Il Trapani torna in campo e torna a farlo al "Provinciale", dove gli uomini allenati da Alessandro Calori riceveranno quella che all'apparenza è una delle formazioni più in forma del momento, la Sicula Leonzio. I bianconeri di mister Rigoli hanno iniziato bene il proprio cammino tra i professionisti, con delle belle figure in coppa Italia di categoria e la vittoria al debutto in campionato con il Matera. Una partita da giocare al meglio delle proprie possibilità per la compagine granata, che viene dalla immeritata sconfitta del "Via del Mare" e che vuole dunque tornare a fare punti importanti per riprendere la marcia in campionato, senza ovviamente fare delle brusche e inattese frenate davanti ai propri tifosi.

Questo è soprattutto quello che vuole cercare mister Calori, il quale nella consueta conferenza stampa pre-partita ha battuto su alcuni tasti in particolare per quella che è stata la preparazione alla sfida contro la neopromossa, sia sul piano tecnico che nella scelta degli uomini, in particolare in difesa dopo le reti incassate a Lecce: "Fare un processo per un piccolo errore, o comunque puntualizzare, non mi piace. Non credo che ci siano problemi di velocità, dobbiamo sicuramente stare attenti visto che in entrambe le reti del Lecce non lo siamo stati. Per me la nostra rosa è buona, la squadra deve solo crescere visto che ci sono solo sei giocatori dello scorso anno e ben 17 nuovi, quindi stiamo cercando di lavorare per diventare soprattutto una squadra che abbia consapevolezza di ciò che deve fare. Credo che ci voglia un po' di tempo per riuscirci, spero che i problemi visti a Lecce non siano una costante. Contro di noi tutte le squadre daranno sempre il massimo, dobbiamo saperlo e comportarci in modo tale da superare questa difficoltà, con maggiore concretezza".

Si fa dunque riferimento a un possibile arrivo dal mercato, già accennato dai giornalisti presenti durante la conferenza stampa svolta dal tandem Salvatori-Polenta durante la settimana. Calori risponde così alla possibilità di vedere arrivare qualcuno, magari tra gli svincolati: "Per il momento puntiamo su quelli che abbiamo, ma se ci fosse una possibilità potremmo trovare una soluzione. Per il momento abbiamo delle alternative a livello numerico, siamo già tanti e dobbiamo solo trovare quell'intesa che si trova solo lavorando in sinergia. Penso che già c'è un'idea sul modo in cui vogliamo lavorare e giocare a calcio, la nostra è una squadra che ha ottimi valori tecnici, e in più dovremo migliorare nella scelta dell'ultimo passaggio per finalizzare meglio il lavoro che facciamo nel creare le occasioni. Serve determinazione per interpretare al meglio le situazioni di gioco, ci vuole più intensità. Sappiamo che le partite si vincono con dei dettagli, a Lecce si è visto i ragazzi devono riuscire a raggiungere questo livello di concretezza tutti insieme".

Si parla poi della sfida contro la Sicula Leonzio, un avversario di cui Calori non si fida particolarmente. Sia per l'entusiasmo tipico delle neopromosse, sia perchè i bianconeri di mister Rigoli hanno già fatto vedere di che pasta sono fatti, dimostrando organizzazione di gioco: "Sarà una partita che giocheremo contro una squadra attenta, ben amalgamata e carica di entusiasmo in quanto è salita di categoria. Queste caratteristiche che dicevo prima dobbiamo metterle in maniera più incisiva perchè affronteremo una squadra ben organizzata, ma vale per tutte le partite. Il girone meridionale è un girone in cui ci vuole maggiore determinazione. A Lecce avremo potuto fare almeno un gol nei primi venti minuti, il che fa capire quanto sia importante essere determinati quando si gioca ogni singola partita. Dobbiamo essere più pratici in quello che costruiamo, in questo dobbiamo crescere tutti insieme ma ho grande fiducia in questo gruppo e vedo i ragazzi che si allenano bene. Ho la possibilità di poter scegliere, tutti devono sentirsi titolari perchè vorrei anche scegliere di volta in volta la formazione senza pensare ad eventuali defezioni".⁠⁠⁠⁠

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php