Live Sicilia

calcio - serie d

Venuto: “Pagati due episodi
Presto giocheremo da Messina”


Articolo letto 1.160 volte

Il tecnico peloritano amareggiato dopo la sconfitta all’esordio con il Portici.

VOTA
0/5
0 voti

MUGNANO (NAPOLI) – Inizia con una sconfitta amara il cammino del Messina in Serie D. Nonostante le innumerevoli palle gol create ed una gara per lunghi tratti dominata, i giallorossi sono usciti sconfitti dal neutro del Vallefuoco di Mugnano contro il Portici per 2-1. Le reti di Maggio e Grieco hanno permesso di concretizzare al massimo le occasioni dei campani, mentre il Messina deve fare mea culpa per le innumerevoli occasioni non finalizzate. Il gol di Mascari ha riaperto l’incontro, ma a nulla è valso il forcing finale dei peloritani con il Portici ormai messo all’angolo.

La dea bendata non proprio dalla parte dei ragazzi di Antonio Venuto ed una rosa ancora tutta da completare, potrebbero essere dei facili alibi che però il tecnico messinese respinge con decisione: “C’è grande amarezza perché tenevamo molto a questo esordio. La squadra non meritava di perdere e si è visto chiaramente in campo – ha sottolineato ai microfoni di Radio Amore – Paghiamo due episodi negativi, che si sono trasformati in due molto positivi per loro. Nel primo tempo avevamo difficoltà a penetrare in area, ma nella ripresa c’eravamo soltanto noi in campo. Con quattro punte eravamo anche riusciti a pareggiare, eloquente il loro salvataggio sulla linea al sesto minuto di recupero. Abbiamo cominciato a lavorare soltanto da tre settimane e qualche elemento come Colombini si è appena aggregato. Il campionato è in salita e la Dea bendata ci ha voltato le spalle: così la frittata è fatta. Ci vuole pazienza, alla lunga riusciremo ad esprimersi da Messina”.

I tesseramenti in stand-by di Brugnoni, Frezzi e Buda e l’assenza di under dalla cintola in giù ha imposto l’inserimento di ben tre juniores a centrocampo: “Siamo ancora in formazione sperimentale. Ci sono ragazzi che sono andati via, altri che sono arrivati o dovranno aggregarsi a breve. Cercheremo nel più breve tempo possibile di trovare le soluzioni necessarie per iniziare a vincere le partite. È una sconfitta immeritata, ma questa squadra prima o poi troverà gli equilibri giusti”.

Encomiabil, invece, i 250 tifosi giunti dalla Sicilia che non hanno mai fatto mancare il loro supporto: “La mia amarezza è per loro e mi sento responsabile, da messinese. Sono il primo tifoso ed oggi sono molto dispiaciuto. Ci hanno seguito e ci incoraggeranno ancora: abbiamo bisogno di meritarci il loro calore”. Venuto non butta la croce addosso al portiere Gagliardini, non proprio impeccabile in occasione dei gol dei campani: “Non colpevolizzo mai i miei giocatori. Erano tutti all’esordio, in una squadra dal grande blasone. Il peso della maglia e il magone si sentivano. Gli errori li commettiamo tutti. La squadra si è comunque espressa meglio nella ripresa”.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php