Live Sicilia

calcio - serie c

Torna Lodi, il colpo è bomber Ripa
Il mercato del Catania fa ben sperare


Articolo letto 1.803 volte

Per Lucarelli squadra adesso completa in ogni ordine di posto.

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA – Arriva Fornito, parte Anastasi mentre Da Silva rimane al palo con il tormentato e indeciso ma costoso Caetano Calil. Queste le ultime di mercato per il Catania che ha chiuso una campagna rafforzamento pazzesca e ricca di giocatori importanti. 18 i movimenti in entrata, giocatori importanti che possono rendere terribilmente stuzzicante l'annata etnea. Una sessione estiva di mercato particolarmente intensa per il duo Lo Monaco – Argurio, con anche 16 operazioni in uscita, concretizzando una vera e propria rivoluzione a livello tecnico-tattico.

Per Lucarelli squadra adesso completa in ogni ordine di posto e la possibilità di mettere in campo e fuori due squadre complete e altamente competitive.

Francesco Lodi è stato il colpo del figliol prodigo, il botto invece è stato l'ex centravanti della Juve Stabia Francesco Ripa dopo il primo rifiuto per motivi personali e un'operazione poi condotta in assoluto riserbo. Difesa poi totalmente rinnovata con Ramzi Aya uno dei difensori migliori della scorsa stagione in Lega Pro o aver ricostruito in toto la coppia di centrali Blondett-Tedeschi negli ultimi tre anni muro del Cosenza senza dimenticare anche il capitano cosentino e rinforzo in mediana Caccetta.

Forza e sostanza nell'arrivo di un attaccante di razza come l'ex punta del Trapani Davis Curiale e l’ex esterno destro del Pordenone Daniel Semenzato. Tra i nuovi poi anche Bogdan, Esposito, Fabiani e il giovane di proprietà dell’Inter Jose “Ze Turbo” Correia, già a segno all’esordio in Coppa contro l’Akragas.

Arrivi che hanno chiuso la permanenza di Demiro Pozzebon alla Triestina in prestito o i saluti definitivi di Valerio Anastasi passato al Catanzaro. Svincolati, in momenti diversi dell’estate, i vari Di Cecco, De Rossi, Drausio, Piermarteri, Mbodj e Parisi. Tra le cessioni troviamo poi i nomi, in primis, di Bergamelli alla Pro Vercelli e di Barisic alla Fidelis Andria, accompagnati infine da Santoro, Biancola e Noce, accasatisi rispettivamente a Troina, a Potenza e a Chieri.

Il nodo Da Silva ha lasciato un po' di amaro in bocca senza nulla togliere a Fornito, soprattutto perché il giocatore non solo no ha portato eventuale moneta al club etneo, ma rimarrà ai margini della squadra e beffa verrà pure pagato. Adesso campo e voglia di stupire con la consapevolezza per Lucarelli di aver in mano un team di assoluto livello, che dovrà in primis diventare squadra e poi provare a materializzare qualcosa d'importante. Segnali già visibili dalle prime tre uscite ufficiali.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php