Live Sicilia

basket

La Betaland passa su Agrigento
Parziale decisivo nel finale


Articolo letto 390 volte

Un 10-0 nel quarto periodo consente agli uomini di Di Carlo di ribaltare l'amichevole.

VOTA
0/5
0 voti

CALTANISSETTA - Buona la prima per la Betaland Capo d'Orlando, che supera la Fortitudo Moncada Agrigento nella sgambata che di fatto segna l'esordio della formazione paladina nel cammino di preparazione in vista della prossima stagione. Dopo l'annullamento dell'amichevole contro gli universitari americani dello UMass Lowell, inizialmente in programma il giorno dopo la partita disputata dai giocatori del Massachussetts proprio contro il Gigante, ecco che arriva la prima partita e soprattutto la prima vittoria, che in termini di score lascia il tempo che trova ma che sul piano morale e delle indicazioni in tema atletico e tattico può certamente soddisfare Gennaro Di Carlo. I paladini hanno infatti sofferto il ritmo e la difesa impostata dal coach Franco Ciani, per poi trovare il parziale decisivo nel quarto periodo in cui l'Orlandina è riuscita a ribaltare il risultato e a portare a casa la vittoria, con il punteggio di 69-65. In ogni caso, aver giocato per tre quarti alla pari con una squadra di categoria superiore rappresenta un segnale importante anche per Agrigento, che può continuare a lavorare con ottimismo e fiducia.

Il primo quintetto della stagione della Betaland Capo d'Orlando ha visto la presenza di Talto, Edwards, Alibegovic, Inglis e Delas, mentre dall'altra parte la Fortitudo Moncada Agrigento risponde con lo starting five composto da Pepe, Evangelisti, Williams, Cannon e Rotondo, con un roster decimato in primis dall'assenza del playmaker titolare Ruben Zugno. Il pubblico di Caltanissetta vede all'opera due squadre particolarmente attive in difesa, con l'Orlandina che spinge soprattutto con le triple di Mirza Alibegovic, il quale si divide tra gli spot di guardia e di ala piccola, con risultati davvero ottimi. Con lui si segnalano anche i due lunghi da quintetto, con Inglis che sfrutta il proprio atletismo e Wojciechowski che fa leva sulla propria esperienza. In ogni caso, punteggio molto basso perchè Agrigento difende alla grande e trova punti con Williams ed Evangelisti, quest'ultimo ispirato soprattutto nella prima parte di gara. Le bombe di Alibegovic consentono a Capo d'Orlando di restare in scia, negli spogliatoi si torna con la Moncada in vantaggio col punteggio di 31-29.

Al ritorno dagli spogliatoi continua l'ottimo lavoro in difesa di Agrigento, con coach Ciani che riesce a limitare il lavoro degli esterni sul perimetro. I giochi impostati da Di Carlo non sembrano trovare grandi dividendi in attacco, così la Betaland resta incollata con un altrettanto lavoro buono in difesa e con l'apporto offensivo dei soliti Inglis e Wojciechowski. Si vedono anche le prime scorribande di Justin Edwards, l'ultimo arrivato in casa paladina, ma la Fortitudo tenta anche di allungare portandosi sul +6 prima di chiudere il terzo quarto sul 48-44. Come detto, però, l'ultimo periodo vede l'Orlandina che innesta le marce alte, troppo alte per i propri avversari. Parziale di 10-0 in cui viene fuori il maggiore spessore tecnico degli uomini a disposizione di Di Carlo, i quali si portano sul +9 mettendo di fatto la partita in ghiaccio. Agrigento, dopo aver comandato per gran parte della gara, si ritrova ad inseguire e con le energie al lumicino per le ridotte rotazioni per coach Ciani. Capo d'Orlando si limita a gestire nel finale, e nonostante il 7-2 di parziale negli ultimi possessi arriva la vittoria, con il pubblico di Caltanissetta che applaude convinto ad entrambe le squadre.

TABELLINO

Betaland Capo d’Orlando – Moncada Agrigento 69-65 (11-12; 29-31; 44-48)

Betaland Capo d’Orlando: Galipò ne, Alibegovic 13, Ihring 4, Inglis 14, Kulboka 3, Laganà ne, Talton 2, Strautins 5, Delas 5, Edwards 7, Wojciechowski 16, Donda. All. Gennaro Di Carlo

Moncada Agrigento: Savoca ne, Rotondo 9, Cannon 14, Zugno ne, Evangelisti 9, Cuffaro ne, Magro ne, Williams 12, Ambrosin 12, Guariglia, Pepe 4, Lovisotto 5. All. Franco Ciani

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php