Live Sicilia

calcio - serie c

Super Catania, Lucarelli frena:
"Guai a chi si monta la testa"


Articolo letto 1.218 volte

Il tecnico rossoazzurro fa il punto dopo il successo con l'Akragas: ora testa alla Casertana.

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA - "Meglio vincere 6 volte 1-0 che una volta 6-0". Parole chiare quelle di Cristiano Lucarelli al termine della gara vinta e in maniera netta contro l'Akragas in Coppa Italia. Segnali di calma totale da parte del tecnico del Catania che si gode sicuramente la seconda vittoria ufficiale, la seconda in Coppa Italia con passaggio del turno, ma alza subito l'attenzione cercando di mettere da parte abbuffate e sazietà. "Questa vittoria mi fa un po' paura - ha continuato l'allenatore rossoazzurro - il primo che si monta la testa rimane a Catania invece di andare a Caserta. Ripa? Ha sentito una fitta dopo un tiro in porta. Non volevo rischiarlo. Mi preme invece parlare di Martinez, un portiere valido, con potenzialità. Per me sarà titolare fino, eventualmente, alla finale. Dobbiamo andare a Caserta con il sangue agli occhi, voglio vedere tanto".

Lucarelli poi si sofferma sulle ultime ore di mercato: "Pozzebon non è convocabile, perché fuori lista. Sono scelte della società ed il ragazzo andrà via. Stesso discorso forse per Anastasi che ha ricevuto delle proposte. Vediamo cosa succede, sicuramente dietro abbiamo bisogno di qualcosa soprattutto perché Marchese si sente meglio da esterno". Chiosa finale sul gruppo: "Io sto cercando di creare un gruppo unito, dove non esistono titolari e riserve. Mi è piaciuta la mentalità e la ricerca del gioco nonostante abbiamo cambiato stasera nove uomini. Siamo stati più cinici rispetto a sabato, anche se abbiamo costruito meno. Adesso pensiero alla Casertana: dobbiamo vincere".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php