Live Sicilia

Calcio - Coppa Italia

Gol, rimonta e spettacolo
Al Catania il derby con la Leonzio


Articolo letto 10.846 volte

La formazione di Lucarelli va sotto di due reti, ma trova la forza di reagire in un secondo tempo ricco di emozioni.


CATANIA – Tre gol in sette minuti consentono al Catania di brindare al primo successo ufficiale della stagione contro una volitiva Sicula Leonzio che ha ben figurato al “Massimino”. La formazione neopromossa, guidata in panchina dall’ex Rigoli, ha accarezzato concretamente il sogno di un successo di prestigio ma, alla fine, ha dovuto fare i conti con la rabbia rossazzurra schiumata dopo il raddoppio bianconero a metà ripresa.

Nel primo tempo, il pallino del gioco è stato prevalentemente in mano agli ospiti che si sono portati in vantaggio con Arcidiacono legittimando, poi, con altre manovre degne di nota. Il Catania è stato impreciso sotto porta, soprattutto con Pozzebon e Russotto che hanno sprecato alcune buone opportunità. Nella ripresa, gli etnei illuminati da Lodi, hanno provato ad impensierire gli avversari ma, dopo un palo clamoroso colpito da Squillace, Bollino ha mandato in estasi i tifosi lentinesi assiepati nel settore ospiti, battendo per la seconda volta Pisseri con un gran tiro deviato da un difensore avversario. Punto sull’orgoglio e rinvigorito dalle sostituzioni operate da mister Lucarelli, il Catania ci ha messo più convinzione, ribaltando il risultato in pochi minuti. Prima è stato Curiale ad accorciare le distanze ad un passo dalla linea di porta mentre Pozzebon ha spedito all’incrocio dei pali (complice una deviazione) il pallone del pareggio (2-2). Non pago, l’undici rossazzurro ha anche trovato la rete del definitivo vantaggio con il redivivo Russotto che ha saltato Narciso con un preciso tocco sotto. Inutile il tentativo di forcing della Sicula Leonzio, con gli animi che si sono accesi nel finale soprattutto per qualche, evitabilissimo, battibecco tra le due panchine.

Il Catania, dunque, festeggia la prima vittoria in partite ufficiali della nuova stagione ma, in vista del campionato di serie C che inizierà tra due settimane, Lucarelli dovrà ancora limare alcune cose, a cominciare dal modulo che stasera non è sembrato ancora definito a dovere. Poi si dovranno fare scelte importanti nell’individuazione dell’assetto titolare, nell’ottica di una stagione che, nelle aspirazioni di società e tifosi, dovrà essere da protagonisti.

Il tabellino

CATANIA-SICULA LEONZIO 3-2

Reti: 13° P.T. Arcidiacono (SL); 20° s.t. Bollino (SL); 22° s.t. Curiale (CT); 27° s.t. Pozzebon (CT); 29° Russotto (CT).

CATANIA (3-4-1-2) – Pisseri, Aya, Tedeschi, Marchese, Semenzato, Da Silva, Lodi (k), Caccetta (dal 19° s.t. Di Grazia), Mazzarani (dal 19° s.t. Curiale), Pozzebon (dal 33° s.t. Biagianti), Russotto.

A disposizione: Martinez, Esposito, Lovric, Bogdan, Djorjevic, Manneh, Bucolo, Rossetti, Anastasi.

Allenatore: Cristiano Lucarelli.

SICULA LEONZIO (4-3-3) – Narciso (k), De Rossi, Camilleri, Gianola, Squillace, Marano (dal 41 s.t. Tavares), Esposito, D’Amico (dal 14° s.t. Gammone), Bollino, Ferreira, Arcidiacono.

A disposizione: Ciotti, Pollace, Monteleone, Giuliano, D’Angelo, Cozza, Bonfiglio, Russo.

Allenatore: Pino Rigoli.

Arbitro: Fabio Pasciuta di Agrigento.

Assistenti: Lorenzo Poma (Trapani) e Francesco Cortese (Palermo).

Ammoniti: De Rossi (SL); Lodi (CT); Russotto (CT); Arcidiacono (SL); Curiale (CT); Giuliano (SL).

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php