Live Sicilia

basket - serie a

Sindoni promette un botto:
"Un gran colpo per l'Orlandina"


Articolo letto 527 volte

Il general manager della Betaland fa sapere di essere pronto a regalare un big ai tifosi paladini.

VOTA
0/5
0 voti

CAPO D'ORLANDO (MESSINA) - Le fila sono ormai serrate, in casa Betaland Capo d'Orlando si continua a lavorare per le ultime due settimane di mercato che precedono l'inizio del lavoro in palestra, in vista della prossima stagione che regalerà, per la prima volta nella storia del sodalizio di via Beppe Alfano, anche la partecipazione ad una competizione internazionale. Un doppio impegno che, se andrà oltre il turno preliminare in programma a cavallo tra la fina di settembre e l'inizio di ottobre, regalerà all'Orlandina Basket una stagione fitta di impegni e anche di responsabilità, per rendere ancor più speciale e prezioso il proprio debutto al di fuori dei confini nazionali. Ecco perchè il general manager dell'Orlandina, Giuseppe Sindoni, sta lavorando come di consueto con grande intensità e all'insegna del silenzio assoluto, per far sì che Gennaro Di Carlo possa mettere le mani su un roster di grande spessore e che rispetti le aspettative di una società che vuole crescere passo dopo passo, ma anche di una tifoseria che si sta preparando ad una grande stagione.

E sono proprio le ultime dichiarazioni rilasciate da Sindoni a far passare un messaggio importante per il proseguio del suo lavoro sul fronte del mercato. Dichiarazioni riprese stamani sul Giornale di Sicilia, e con le quali il general manager del club paladino ammette di essere al lavoro per regalare alla sua Betaland Capo d'Orlando, a coach Di Carlo e alla piazza un giocatore che possa far salire ancora più in alto le aspettative di una squadra che non vuole fare la comparsa in Basketball Champions League, e che vuole dar seguito all'ottimo campionato disputato un anno fa, con la doppia qualificazione alla coppa Italia e ai playoff scudetto: "Il nostro è un team che ci ha fatto innamorare - ha dichiarato Sindoni - ma quest’anno per la nostra idea di squadra il talento che avremo a disposizione oggi non sarà nemmeno paragonabile al passato, chiuderemo a breve le restanti trattative e sorprenderemo tutti con un’altra grande operazione in entrata". Dichiarazioni importanti, una vera e propria missione che Sindoni vuol portare avanti in vista di altre due settimane roventi, prima che la squadra si raduni e inizi a lavorare sul campo.

Ovviamente la deadline delle due settimane non è legata alla fine del mercato, che le trattative proseguiranno anche per gli interi mesi di agosto e settembre. Ma quella che abbiamo denominato come la 'missione' di Sindoni è quella di completare il più possibile l'organico della Betaland Capo d'Orlando versione 2017/2018 prima che la squadra inizi il proprio ritiro pre-campionato. Un modo per consentire soprattutto a coach Di Carlo di guidare una squadra al completo per una quarantina di giorni, quelli che precederanno lo storico debutto in Champions League, in programma il prossimo 28 settembre lontano da casa. Non possono non mancare i nomi che circolano nell'ambiente, ma già uno più essere scartato. È quello di Bruno Cerella, arcigna guardia divenuta un idolo tra i tifosi di Milano soprattutto per la grinta messa in campo e che ha 'camuffato' alcuni limiti a livello tecnico: l'azzurro è prossimo a legarsi con Reggio Emilia. Decisamente fuori target e soprattutto fuori budget l'idea legata ad Andrea Bargnani, free agent di lusso ma non alla portata delle casse dell'Orlandina, mentre è assai più abbordabile Christian Burns, attualmente impegnato in Nazionale in vista degli Europei e attualmente senza squadra dopo l'ottima annata a Brescia.

Nel frattempo, i prossimi giorni potrebbero essere quelli decisivi per l'arrivo a Capo d'Orlando di Mirza Alibegovic. La guardia classe 1992 ha deciso di lasciare una Fiat Torino in continua espansione e nella quale per lui non sembra esserci spazio nel novero degli italiani a disposizione di coach Banchi. Dovrebbe essere lui il ricambio della guardia titolare - che sarà il canadese Edwards - per la prossima stagione, visto che già da tempo il suo nome circola in orbita Orlandina ma che negli ultimi giorni le voci sono diventate sempre più insistenti e la trattativa sembra ormai a buon punto. Si lavora ovviamente anche sul fronte dei lunghi: in attesa di capire quale sarà il tandem di giocatori da inserire nello starting five a protezione dei tabelloni, il nome di Andrea Mezzanotte (ex Treviglio) ha scalzato quello di Gino Cuccarolo per quanto riguarda lo spot di ricambio del pivot. Infine, c'è grande attesa per il calendario del prossimo campionato, che vedrà la luce a mezzogiorno di oggi: attesa per conoscere il luogo e l'avversario con cui inizierà una nuova stagione per l'Orlandina Basket, la quale debutterà per ultima. L'inizio del campionato è infatti fissato per il 1° ottobre, ma 24 ore dopo i paladini saranno impegnati nella gara di ritorno del preliminare di Champions League.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php