Live Sicilia

calcio - palermo

Tensione in casa Palermo
Zampa: "Gruppo di fuorilegge"


Articolo letto 9.370 volte

Situazione delicata al Tenente Onorato: sul posto Digos e carabinieri.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Un pomeriggio di vero e proprio caos al Tenente Onorato, dove il Palermo avrebbe dovuto riprendere la preparazione dopo il ritiro di Bad Kleinkirchheim. Avrebbe, perché la contestazione dei tifosi ha avuto la meglio nel pomeriggio di Boccadifalco. Circa in 300 si sono presentati verso le ore 15.30 davanti ai cancelli del campo di allenamento per protestare il proprio disappunto nei confronti della gestione Zamparini lanciando anche diversi fumogeni e facendo esplodere dei petardi. La protesta, però, si è allargata anche nei confronti dei giocatori ai quali la Digos ha consigliato di non entrare al Tenente Onorato. Solo dopo la fine della protesta i giocatori che non erano riusciti ad accedere sono entrati alla spicciolata al campo di allenamento. Una ripresa degli allenamenti, quindi, in un vero e proprio clima surreale.

È arrivata immediata la replica di Zamparini attraverso un comunicato: "Oggi un gruppo di fuorilegge ha proibito alla vostra squadra di allenarsi regolarmente, coprendo di insulti i vostri giocatori - scrive il patron - Io accetto le violenze nei miei confronti, ma la città non può permettere violenze contro la sua squadra". Zamparini, infine, chiede l'aiuto delle istituzioni: "Chiedo l'intervento delle istituzioni di garantire la legalità ed il diritto di allenarsi senza turbative: altrimenti vi aspetta la Serie C".

La squadra è riuscita comunque a svolgere l'allenamento. I rosanero hanno iniziato la seduta con l'attivazione, proseguendo poi con mobilità, con un lavoro aerobico e concludendo la seduta con una partita finale in porzione ridotta del terreno di gioco. Norbert Balogh ha lavorato col resto dei compagni. Lavoro differenziato programmato per Simone Lo Faso, fisioterapie invece per Accursio Bentivegna.

Permesso societario, infine, per Edoardo Goldaniga, Paolo Grillo, Leonardo Marson e Shaqir Tafa

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php