Live Sicilia

pallanuoto

Nuoto Catania, tre colpi per l'A1
Obiettivo: una salvezza tranquilla


Articolo letto 700 volte

Alle falde dell'Etna approdano Danilovic, Kovacic e Lucas. Soddisfatto il presidente Torrisi.

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA - Continua senza sosta il lavoro del presidente Mario Torrisi e del ds Giuseppe Corsello alla ricerca dei giusti tasselli da aggiungere alla rosa della Nuoto Catania. Ufficializzato Danilovic, montenegrino ex Ortigia, la formazione etnea dopo appena ventiquattro ore aggiunge altre due importanti frecce al proprio arco: il croato Kovacic e l’olandese Lucas.

Zeljko Kovacic, croato, difensore classe 81, da 10 anni ormai in giro per l'Europa, negli ultimi anni a militato allo Jadran Herceg Novi. È un atleta di grande esperienza che ha disputato diverse Champions League ad alti livelli: ‘Ho scelto Catania per venire a giocare nel campionato italiano, dove non ero mai stato. È da sempre una lega difficile e molto speciale, che mi permetterà di crescere e mi motiva molto. Il bagaglio di esperienza e le qualità di giocatore e persona che mi porto dietro, mi spingeranno a dare il massimo per questa squadra, aiutando anche i più giovani a crescere. Nei prossimi due anni dovremo procedere per singolo step, provando a centrare la salvezza nel primo anno, scoprendo quali sono i nostri limiti e crescendo come gruppo. L’anno successivo proveremo a fare di meglio. Vengo dal sud della Croazia e so di trovare una mentalità e una attitudine simile, che spero mi faccia ambientare presto. Lo sport è imprevedibile, ma riusciremo a raggiungere gli obiettivi che ci porremo da qui in avanti’.

Thomas Lucas, centroboa olandese della nazionale classe 89, l’ultimo anno ha giocato con il Matarò, in Spagna: ‘Giocare per la Nuoto Catania per me è un onore, è un bellissimo club che gioca nel campionato migliore al mondo. Ma non solo, il progetto e gli obiettivi futuri e la possibilità di giocare con degli ottimi giovani giocatori, mi hanno spinto a prendere questa decisione. Lavoreremo sodo e giocheremo insieme ogni giorno per dimostrare a noi stessi e ai tifosi che possiamo rimanere in A1. Spero di crescere come atleta, come persona e come squadra. E mi auguro di imparare questa splendida lingua e molto della cultura italiana. Voglio essere una parte del puzzle Catania’.

Due giocatori di grande valore che hanno recepito la voglia della società etnea di puntare ad una salvezza tranquilla ma soprattutto alla continua crescita del movimento catanese: ‘La serie A1 è un torneo più difficile di quello appena concluso – spiega il ds Corsello – e non avremo le stesse vittorie dello scorso anno. Per affrontare un campionato molto competitivo e provare a gioire ancora quanto più possibile, abbiamo bisogno di aggiungere esperienza, carisma e carattere, creando il giusto mix tra stranieri e i nostri giovani atleti di casa. Questi primi tre acquisti, per cui ringrazio il presidente, sono l’emblema di quanto appena espresso’.

Il mercato della Seleco Nuoto Catania però non è chiuso, come spiega il presidente Mario Torrisi: 'Sono davvero molto soddisfatto di questi primi 3 colpi di mercato, si tratta di atleti stranieri che seguivamo da tempo. Copriranno ruoli chiave aggiungendo esperienza e chili al nostro organico, elevandone nel contempo il tasso tecnico. Parliamo di atleti che hanno maturato presenze nelle loro nazionali, Danilovic poi è stato anche campione europeo con il Montenegro. Ma il nostro mercato non si ferma qui. Stiamo, infatti, lavorando ad altri nuovi importanti ingressi che completeranno una squadra che vogliamo competitiva e che non perderà la sua identità avendo confermato già tutti i suoi pezzi pregiati oltre che recuperato completamente Brian Torrisi, da cui mi aspetto quest'anno un grande campionato dopo due stagioni funestate da brutti infortuni. Colgo l'occasione per ringraziare il nostro DS Giuseppe Corsello per l'entusiasmo e la professionalità con cui sta conducendo questo mercato Nuoto Catania'.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php