Live Sicilia

basket femminile

Ragusa, ecco il colpaccio
Arriva l'americana Kuster


Articolo letto 929 volte

L'ala piccola texana sbarca in Sicilia dopo alcune ottime stagioni in Eurocup.

VOTA
0/5
0 voti

RAGUSA - Dopo le prime conferme rispetto alla scorsa stagione, e il primo volto nuovo che in realtà è un gradito ritorno, ecco che la dirigenza della Passalacqua spedizioni Ragusa piazza il primo colpo di un certo spessore in vista della prossima stagione. Il club ibleo ha infatti ufficializzato l'ingaggio di Jessica Kuster, ala piccola di nazionalità americana che rappresenta di fatto il primo ingaggio di una giocatrice straniera e di passaporto non comunitario, dopo che è arrivata nei giorni scorsi la conferma della spagnola Ndour. Si tratta, dunque, del secondo ingaggio nel nucleo delle tre straniere che andranno ad impreziosire il roster a disposizione del coach biancoverde Gianni Recupido. Jessica Kuster è, come abbiamo già detto, una ala piccola di 188 centimetri di altezza, nata nel 1992 e che nella sua carriera ha fatto segnare una serie di primati personali e per parte delle squadre tra le cui fila ha militato. Ad esempio è diventata l'All time leading scorer (2.081 punti), l'All time leading rebounder (1.376 rimbalzi) e l'All time leading in double-doubles (67 doppie doppie) del college di Rice. E tra l'altro, la sua futura esperienza tra le fila della Virtus Eirene Ragusa non sarà nemmeno la prima per la Kuster nel vecchio Continente.

Dopo aver fatto segnare diversi primati in WNBA, con le canotte di San Antonio Stars e Tulsa Shock, Jessica Kuster ha iniziato la sua carriera europea tre anni fa, mettendosi in mostra nelle file dell'Alba Iulia. E sono subito grandi numeri: 17.7 punti, 9.1 rimbalzi, 2.7 assist e 1.6 rubate a partita in 32.9 minuti giocati. Nella stagione 2015/16 Kuster fa il salto di qualità e va a Nymburk, chiudendo l'anno con 12.9 punti, 6.6 rimbalzi e 2.0 assist di media in 26.6 minuti giocati in campionato e riuscendo a far ancora meglio in EuroCup Women, dove ha messo a referto 13.5 punti, 7.6 rimbalzi e 2.5 assist in 32.3 minuti di utilizzo. Nella stagione appena trascorsa, l'ala piccola statunitense è stata impegnata ancora una volta in EuroCup, stavolta in Ungheria, al PEAC-Pecs. In 27 partite in campionato, fa segnare ben 16.9 punti di media, 7.4 rimbalzi e 2 assist a partita, oltre a un redditizio 13.1 punti, 5.8 rimbalzi ed 1.8 assist in Europa. Per le sue vantaggiose caratteristiche fisiche ed intelligenza tattica, Kuster è riuscita nel corso degli anni ad affinare il suo gioco e rendersi duttile in più ruoli, imparando a ricoprire spesso, oltre che il naturale ruolo di numero 3, anche lo spot di ala grande.

E nelle sue prime dichiarazioni ufficiali da giocatrice della Passalacqua spedizioni Ragusa, Jessica Kuster fa capire che c'è grande entusiasmo da parte sua per l'inizio di questa nuova avventura. Ma oltre a lei, anche i suoi familiari più stretti hanno espresso grande soddisfazione e grande gioia per l'approdo della giocatrice alla corte di coach Recupido, dove andare a cercare di piazzare il suo primo colpo a grande livello nella pallacanestro europea: "Quando ho detto alla mia famiglia che avevo intenzione di giocare in Sicilia, ho visto il più grande entusiasmo da parte loro da quando gioco in Europa. Sono molto contenta perché so che questa è una grande squadra e so che le straniere che sono arrivate in passato sono state di primo livello. Sono molto entusiasta di venire a giocare a Ragusa. Ho anche sentito dire che la tifoseria di Ragusa è molto calda e numerosa: non vedo l’ora di incontrarli e conoscerli".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php