Live Sicilia

calcio - lega pro

Il Siracusa crolla tra gli applausi
Il sogno si infrange sulla Caseratana


Articolo letto 11.292 volte

Gli aretusei cadono 2-0 in casa al "De Simone" per via dei falchetti ed escono al primo turno dei playoff.

VOTA
0/5
0 voti

SIRACUSA – Dalla Serie D al primo turno di playoff in Lega Pro. Si chiude così l’avventura del Siracusa che termina la propria stagione davanti ai propri tifosi nella notte del “De Simone”. Fatale il 2-0 con cui la Casertana espugna la città di Archimede, ritrovando un successo che mancava addirittura da metà marzo, ma ai campani va dato il merito di essere risuciti a colpire a freddo con Giorno in avvio e poi a resistere all’assedio azzurro prima di raddoppiare con un autentico gioiello di Corado sul finale. Gli aretusei possono però recriminare per il palo colpito nella prima frazione da capitan Spinelli e, soprattutto, per le occasioni sprecate in serie nella ripresa con Lele Catania, Turati e Scardina. La favola del Siracusa finisce dunque così, ma la formazione di Sottil esce comunque tra gli applausi accorati di un pubblico che quest’anno si è divertito ed emozionato nel seguire i propri beniamini.

LA PARTITA – Sottil, oggi sostituito in panchina dal suo secondo Cristaldi per via della squalifica, schiera la formazione titolare con il solito 4-2-3-1. Diakitè preferito a Brumat all’ultimo secondo sulla corsia destra, con Pirrello, Turati e Malerba a completare la linea difensiva davanti al portiere Santurro; l’esperienza di Giordano e Spinelli a centrocampo, mentre De Silvestro, Catania e Valente giocano a supporto di Scardina unica punta.

Partenza a razzo degli ospiti che passano in vantaggio quando non sono trascorsi nemmeno 10 minuti: Santurro si oppone come può ad una conclusione, ma Giorno è il più lesto di tutti e firma l’1-0 casertano con il più facile dei tap-in. La risposta degli aretusei arriva al 17’ con Spinelli che spreca da buona posizione non riuscendo ad imprimere forza al pallone con la testa. Al 20' Valente ci prova direttamente su calcio di punizione dai venti metri ma la traiettoria disegnata dall’ala ex Pordenone termina di poco larga. Passano cinque minuti ed il Siracusa va ad un soffio dal pari con capitan Spinelli, che con una grandissima giratala colpisce in pieno il palo alla destra di Ginestra. La partita si innervosisce alla mezz’ora con il direttore di gara che si vede costretto a ricorrere ripetutamente al cartellino, prima di sedare anche un parapiglia nato al 41’ in seguito ad un fallo di Giordano su Rajcic.

Nella ripresa la Casertana impone un ritmo blando e continuano ad essere pochi i palloni giocabili per Scardina. Al 60’ però proprio la punta dei leoni sfiora il gol del pareggio girando di testa un bel traversone di Dentice, ma la sfera termina fuori di un soffio. Il Siracusa non ci sta e continua a premere: al 63’ è clamorosa l’occasione per il pari, con De Silvestro che con un pallone filtrante serve splendidamente bomber Catania tutto solo al centro dell’area ma, in precario equilibrio, il numero 10 azzurro svirgola e spedisce la palla sul fondo. Gli aretusei spingono: doppia grande occasione di marca azzurra sugli sviluppi di un calcio di punizione, con Ginestra che chiude la porta a Turati e sulla ribattuta Rajcic respinge sulla linea la conclusione a botta sicura di Scardina. La Casertana però resiste e riesce a spezzettare continuamente il gioco facendo perdere il ritmo agli avversari. Allo scoccare dell’80’ poi i campani trovano a sorpresa anche il raddoppio con una meraviglia dell’argentino Corado che beffa Santurro con un fantastico cucchiaio, un gol che ricorda tanto quello di Mertens del Napoli quest’anno contro il Torino. All’86’ Scardina prova a riaccendere le speranze con un tiro a giro dal limite, ma la mira è imprecisa ed il direttore di gara pone fine alle ostilità dopo quattro minuti di recupero.

Tabellino

Siracusa-Casertana 0-2

Marcatori: Giorno 9’, Corado 80’.

SIRACUSA (4-2-3-1): Santurro; Diakite (Azzi 77’), Pirrello, Turati, Malerba (Dentice 46’); Giordano, Spinelli; De Silvestro (Longoni 68’), Catania, Valente; Scardina. A disposizione: Gagliardini, Dezai, Russo, Brumat, Persano, Palermo, Toscano, Cossentino. Allenatore: Cristaldi.

CASERTANA (4-3-1-2): Ginestra; Ramos, Rainone, Magnino, D’Alterio; Giorno, Rajcic, De Marco; Ciotola (Lorenzini 65’); Corado (De Filippo 92’), Orlando (Colli 79’). A disposizione: Finizio, Pezzella, Fontanelli, Petricciuolo, Taurino, Cisotti. Allenatore: Esposito.

Arbitro: Sig. Federico Dionisi (L’Aquila).

Assistenti: Sig. Gamal Mokhtar (Lecco) e Sig. Michele Nocenti (Padova).

Quarto Ufficiale: Sig. Daniele Paterna (Teramo).

Ammonizioni: De Silvestro 26’, Magnino 32’, Rajcic 39’, Giordano 41’, Rainone, 41’, Spinelli 72’.

Espulsioni: //.

Note – Calci d’angolo: 2/3; tempo di recupero: 1’pt/4’st.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php