Live Sicilia

pallanuoto - a2

Il derby va alla Nuoto Catania
Il TeLiMar si arrende 13-6


Articolo letto 1.012 volte

La compagine etnea si impone in casa con un punteggio netto e si avvicina ai primi posti in classifica.

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA – Vincere era importante per avvicinare l'obiettivo di inizio stagione, uno dei primi quattro posti in classifica per raggiungere i play-off. Con un primo tempo di forza la Nuoto Catania ha subito allungato, chiudendo il primo parziale sul 4-0 e il secondo sull'8-3. Trascinata dalle giocate di insoliti protagonisti, Maiolino e Stojcic, entrambi con tre gol, i catanesi hanno controllato il risultato fino al 13-6 finale che gli vale il secondo posto provvisorio in solitaria. Un risultato determinante, soprattutto alla luce del sorprendente incontro di Latina da cui la Watrpolo Bari è uscita sconfitta. Con questa combinazione di punteggi, il vantaggio dei rossoazzurri sui pugliesi è salito nuovamente ad otto punti. Con tre giornate alla fine, una vittoria a Frosinone sabato prossimo potrebbe già essere decisiva.

La Telimar veniva a Catania senza quasi nessuna velleità, ma sarebbe risultato deleterio distrarsi: “Oggi – spiega Fabrizio Maiolino – abbiamo vinto contro una squadra che è comunque venuta qui per vincere, perché un derby è sempre un derby. Noi abbiamo fatto una buona prestazione, dando continuità alla trasferta di Roma dove, nonostante la sconfitta, avevamo mostrato grinta e carattere. Adesso ci spetta vincere ancora per giocarci il miglior piazzamento possibile nell'ultima decisiva trasferta contro l'Arechi”. “'Bella partita – conclude il tecnico Giuseppe Dato – sul piano delle motivazioni e ben giocata anche da un punto di vista tecnico tattico. Ho visto una squadra che, sebbene non ancora matematicamente approdata ai playoff, si sta preparando nel modo giusto per affrontarli. Avendo recuperato gli squalificati e qualche infortunato, dimostriamo di avere anche una buona tenuta atletica. Nel complesso tutti bene, ma una menzione particolare per Stojcic e Graziano che ha dimostrato ancora una volta con la prova di oggi di essere un ottimo portiere”.

Catania, Piscina Francesco Scuderi ore 15:00

Arbitri: Collantoni e Iacovelli

Commissario Speciale: Marchisiello

Nuoto Catania - Telimar Palermo 13-6 (4-0, 4-3, 2-2, 3-1)

Nuoto Catania: Graziano, Catania 1, Maiolino 3, La Rosa 2, Aniel, Ferlito 1, Torrisi 1, Condemi, Kacar 1, Privitera, Russo 1, Stojcic 3, Pellegrino. All. Dato

Uscite per limite di falli: Privitera nel terzo tempo

Superiorità Numeriche 2/9

Telimar Palermo: Serrentino, Vinko, Galioto, Di Patti, Lo Dico, Geloso C. 1, Giliberti, Geloso D., Lo Cascio 3, Fabiano, Pesenti 2, Sansone. All. Schimmenti

Uscite per limite di falli: -

Espulsioni: Giliberti nel quarto tempo per mancanza di rispetto

Superiorità Numeriche 3/14

Note: La Telimar Palermo ha schierato 12 giocatori

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php