Live Sicilia

pallanuoto - serie a2

Catania, derby con la 7 Scogli
Inizia un trittico ad alta tensione


Articolo letto 716 volte

Per la squadra di coach Dato momento cruciale della stagione.

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA - Complice il recupero della 14ͣ contro la Roma Nuoto, la squadra etnea guidata dal tecnico Giuseppe Dato affronterà un trittico di partite nell’arco di una settimana che diranno molto sulle chance di centrare uno dei quattro posti validi per i playoff. Partendo dalla sfida di sabato contro la CC 7Scogli, la Nuoto Catania prima affronterà la capolista nel recupero di mercoledì 26, poi rientrerà tra le mura amiche per spegnere le ultime residue velleità di post-season per i palermitani della Telimar, in quello che sarà l’ultimo derby della stagione. Reduce da un periodo di alti e bassi nel gioco e nei risultati, i rossoazzurri hanno potuto recuperare quasi interamente dalle fatiche del girone di andata e si presenteranno più carichi che mai per questa ripresa di campionato: ‘Riprendere dopo una lunga sosta – spiega l’allenatore Dato – non è mai semplice. Anche se affrontiamo la squadra ultima in classifica. Noi abbiamo finalmente recuperato gli squalificati ma dobbiamo ancora far fronte all’assenza di Sparacino e dobbiamo monitorare le condizioni di Catania che, a causa di una spalla malandata, non si allena da venerdì’.

Tre gare in una settimana possono pesare ed è importante giocarle al massimo della concentrazione, soprattutto dovendo affrontare in sequenza l’ultima e la prima della classe: ‘In questi sette giorni decidiamo gran parte della nostra stagione. Siamo certi che non sarà semplice nemmeno questo sabato. È sbagliato pensare di aver vinto, snobbare gli avversari significa incorrere in rischi e brutte figure che in questo momento non possiamo permetterci’. Anche da parte della società, l’imperativo è rimanere concentrati per affrontare e conquistare l’obiettivo playoff partita dopo partita: ‘Gare come questa – conclude il Ds Giuseppe Corsello – sebbene si possa nutrire un profondo rispetto per qualsiasi avversario, non possono né devono intimorire e hanno un solo risultato: vincere. Solo così possiamo proseguire nei nostri obiettivi, soprattutto perché la testa può già andare a mercoledì 26. Dobbiamo esser tutti bravi a non pensarci adesso ed a lavorare giorno dopo giorno’.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php