Live Sicilia

calcio - lega pro

Klaric fa esplodere l’Esseneto
Akragas, la salvezza è più vicina


Articolo letto 7.210 volte

Vittoria di misura contro la Caserta che porta tre punti fondamentali agli uomini di Di Napoli.

VOTA
0/5
0 voti

AGRIGENTO – L’Akragas vince in casa grazie al gol di Klaric e guadagna una fetta importante di salvezza, sfruttando anche i risultati delle dirette avversarie alla lotta per rimanere in Lega Pro. L’Akragas entra subito in partita, cercando di sorprendere sin da subito l’avversario, aggredendo gli ospiti attraverso le percussioni degli esterni. La prima occasione dopo dieci minuti è per l’Akragas con Salvemini, ma il suo tiro è debole e viene parato da Ginestra; stessa sorte ha il tiro di Sepe con l’esterno che si inserisce in area ma non riesce a calibrare il suo destro. Col passare dei minuti cresce la Casertana dopo un avvio in sordina: gli ospiti creano azioni pericolose, arrivando al tiro con Colli e Cisotti, in entrambe le occasioni però Pasquale Pane è attento e riesce a respingere senza problemi. L’Akragas si difende bene e supera il momento di impasse con dieci minuti finali giocati ad alta intensità alla ricerca del gol. Le azioni di impostazione sono però confuse e fioccano gli errori in casa biancazzurra; la migliore occasione è sui piedi di Longo che si invola in area dopo una buona azione ma il suo tiro in diagonale viene parato con la punta delle dita da Ginestra, che manda il pallone in angolo. Sul corner la squadra biancazzurra è ancora pericolosa e sfiora il gol con un colpo di testa che finisce di poco alto. Il primo tempo si conclude così a reti inviolate, con l’Akragas che ha avuto le migliori occasioni, senza però riuscire a sfruttarle al meglio. Per la Casertana la migliore occasione è quella della fine dei 45 minuti, ma Pane è sempre insuperabile.

Nel secondo tempo l’Akragas entra in campo con il piglio giusto alla ricerca del gol: ci prova subito Coppola che dopo una grande azione e un gran controllo, manda fuori il suo tiro al volo. Il gol arriva però dopo pochi minuti con Coopola che mette in area un pallone velenoso, un pallone che Klaric sulla linea può solo insaccare. Passano pochi minuti e Sepe sfiora il secondo non riuscendo a ribadire in area il pallone dopo una parata sbilenca del portiere ospite. L’Akragas è incontenibile e con gli ospiti sbilanciati in avanti, usa la sua migliore arma, il contropiede per cercare di far male: arriva così il palo di Salvemini, imbeccato da Russo al limite dell’area, in seguito Pezzella sbatte su un difensore e sulla linea non riesce ad insaccare per pochissimo. Tedesco inserisce Ciotola e Taurino per cercare il pareggio ma Di Napoli non vuole cercare la difesa ad oltranza ed è infatti l’Akragas a fare la partita creando occasioni pericolose in contropiede, fermata però dall’imprecisione e dalla sfortuna. La Casertana non è mai doma e nel finale di gara sbatte ancora su Pasquale Pane, portiere che per l’ennesima volta compie un vero e proprio miracolo salvando un gol già fatto. Cocuzza, entrato nel finale, spreca l’occasione per il raddoppio che avrebbe chiuso la partita. L’assedio finale della Casertana non trova il gol del pareggio, neanche nei 5 minuti di recupero concessi dall’arbitro. I biancazzurri guadagnano tre punti importantissimi a tre partite dalla fine e il sogno salvezza sembra più vicino.

Akragas: Pane, Mileto, Riggio, Thiago, Coppola, Pezzella (85’ Caternicchia), Sepe, Rotulo (72’ Russo), Salvemini (82’ Cocuzza), Longo, Klaric. Panchina (Addario, Leveque, Caternicchia, Privitera, Petrucci, Cocuzza, Russo, Tardo, Minacori, Sicurela, Amella).

Casertana: Ginestra, Lorenzini, Magnino, De Marco, Corado, Ramos, D’alterio, Carriero (75’ Taurino), Rainone, Colli (62’ De Filippo), Cisotti (81’ Ciotola). Panchina: (Fontanelli, Simone, Finizio, Diallo, Petricciuolo, Taurino, Ciotola).

Marcatori: 52’ Klaric.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php