Live Sicilia

calcio - lega pro

Catania, periodo nero
Il Cosenza passa 2-0


Articolo letto 7.742 volte

Rossoazzurri messi al tappeto 2-0 dai silani al "Massimino". Crisi senza fine.

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA – Il Catania perde la faccia. I rossazzurri franano in casa contro un Cosenza poco più che ordinato che, senza fatica eccessiva, porta via dal “Massimino” tre punti sonanti al cospetto dei “resti” di una squadra, quella rossazzurra, ormai allo sbando totale. Con questa secca battuta d’arresto tra le mura amiche, la squadra allenata da Giovanni Pulvirenti dice definitivamente addio ai sogni (?) play-off e non perché la matematica abbia sancito già tale verdetto ma perché la prestazione dei singoli e del collettivo ha sancito a chiare lettere gli evidenti limiti di una compagine sopravvalutata. Il Cosenza si è ripreso quanto perso all’andata, segnando con entrambi i suoi attaccanti grazie al pressapochismo della difesa rossazzurra orfana dell’infortunato Bergamelli.

Agli ospiti bastano appena 13 minuti per sbloccare il risultato con l’effervescente Letizia che sfrutta nel migliore dei modi un clamoroso liscio di Bucolo in mezzo all’area di rigore etnea. La reazione del Catania non c’è ed il Cosenza va comodamente al raddoppio approfittando, sul finire del primo tempo, di un clamoroso errore di Parisi che permette a Statella di involarsi verso Pisseri e di trafiggere il portiere etneo con un preciso diagonale.

Nella ripresa, malgrado gli innesti di Pozzebon, Barisic e del giovane Di Stefano all’esordio, non cambia molto. Il Cosenza non infierisce e gli sterili tentativi rossazzurri non impensieriscono minimamente Perina. Finisce con un’indecorosa sconfitta interna che mortifica, una volta di più, la tifoseria rossazzurra. Di male in peggio sui titoli di coda di una stagione incredibilmente deludente.

Tabellino

CATANIA-COSENZA 0-2

Note: Pomeriggio temperato e terreno in buone condizioni. Pochi spettatori presenti sugli spalti, perdurando –peraltro- lo “sciopero” della Curva Nord”.

CATANIA (4-3-3) – Pisseri, Parisi, Drausio, Marchese (k), Djordjevic, Bucolo, Scoppa (dal 22° s.t. Di Stefano), Mazzarani (dal 5° s.t. Barisic), Russotto, Tavares (dal 5° s.t. Pozzebon), Di Grazia.
A disposizione: Martinez, De Rossi, Mbodj, Manneh, Piermarteri, Maccioni, Rizzo.
Allenatore: Giovanni Pulvirenti.

COSENZA (4-3-2-1) – Perina, Corsi, Tedeschi (k), Pinna, D’Anna (dal 34° s.t. Caccetta), Calamai, Ranieri, Statella, Letizia (dal 46° s.t. Capece), D’Orazio, Baclet (dal 23° s.t. Mendicino).
A disposizione: Stefano De Angelis.
Allenatore: Saracco, Madrigali, Meroni, Criaco, Cavallaro.

Arbitro: Riccardo Panarese della sezione A.I.A. di Lecce.

Assistenti: Gianluigi Di Stefano e Pierluigi Mazzei entrambi della sezione di Brindisi.

Reti: 13° p.t. Letizia (CS); 42° p.t. Statella (CS).

Ammoniti: Djordjevic (CT); Perina (CS).

Espulsi: //

Diffidati: Russotto, Bucolo, Parisi (CT);

Indisponibili: Baldanzeddu, Bergamelli, Biagianti, Fornito (CT).

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php