Live Sicilia

basket - serie a2

Agrigento fa il bis nel derby
Trapani lotta, ma non passa


Articolo letto 1.915 volte

Fortitudo che batte la Lighthouse anche in casa, decisivi nel finale i viaggi in lunetta.

VOTA
0/5
0 voti

PORTO EMPEDOCLE (AGRIGENTO) - Anche il secondo derby della stagione finisce nelle mani della Fortitudo Agrigento, che davanti al proprio pubblico supera in volata la Pallacanestro Trapani e continua la propria corsa, fatta di tre vittorie consecutive. Dimostrazione del fatto che gli uomini di coach Ciani sembrano aver ritrovato lo smalto e la fiducia dei tempi migliori proprio nel momento migliore per farlo, ovvero l'approssimarsi dei playoff. A proposito di playoff, questa sconfitta tiene ancora sulle spine la formazione granata, che resta in piena corsa e dovrà giocarsi tutto all'ultima giornata, quando al PalaConad arriverà Scafati e la vittoria sarà obbligatoria per avere ancora delle chances di prolungare la stagione.

Ciani ritrova Buford dopo il forfait di Roma, mentre Ducarello presenta Mays e deve rinunciare a Ganeto. L'inizio è di Trapani, che segna con Crockett e Renzi e difende forte, tanto che il primo canestro di Agrigento arriva con Buford dopo due minuti e mezzo. La Lighthouse continua nel suo ottimo inizio di gara con il proprio pivot, poi è ancora l'americano a inchiodare il +6 ma la Fortitudo inizia a crescere fino ad infilare un parziale di 11-0 che la porta in vantaggio: si sblocca Evangelisti, Zugno fa esplodere il PalaMoncada. Mays con cinque punti in fila ferma l'emorragia, l'ex canturino firma da fuori il 19-15 di fine quarto. Crockett risponde a Bell-Holter in avvio di secondo periodo, poi è sempre l'ala di Ducarello a firmare la parità. Gara che vive sul filo di una pesantissima tensione, segna De Laurentiis e risponde Mays che sembra ingranare, così come capitan Filloy che replica alla bomba di Ferraro. Agrigento non riesce a scappare neanche quando infila un mini-parziale con Piazza, anche perchè Trapani si rifa sotto con l'argentino. La partita è emozionante, segna Bucci da fuori ed è la bomba del 37-33 con cui si torna negli spogliatoi.

Si riprende con Agrigento che prova ad allungare con Evangelisti e Bell-Holter, poi la bomba di Piazza vale il +9 ma Trapani questa volta non molla. Crockett si mette la squadra sulle spalle e riduce il gap, poi tre canestri in fila di un Buford ispirato trovano nel connazionale e in Renzi una replica più che valida. Lightouse che resta viva nonostante i canestri di Piazza e Chiarastella per il +8, e negli ultimi tre minuti del quarto i granata piazzano il parziale che vale la parità. Mays apre le danze, poi l'ex Orlandina e Renzi sono chirurgici dalla lunetta: parità a quota 54 all'ultimo intervallo. Il quarto periodo lo apre Chiarastella, poi Trapani passa in vantaggio grazie alla difesa e al peso sotto canestro di Renzi. Le difese continuano a dominare, si segna solo dalla lunetta ma in questo marasma viene fuori meglio Agrigento: il gioco da tre punti di Chiarastella vale il nuovo +5, poi Mays trova un colpo dei suoi ma Zugno risponde prontamente. L'americano di Trapani non vuol mollare, dall'altra parte si rivede Bell-Holter. Sul +6 a 49" verrebbe da dire partita chiusa, ma Renzi e Mays la pensano diversamente. Chiarastella è freddo dalla lunetta, un po' meno Bell-Holter che fa 1/2, poi Crockett firma la bomba della speranza ma dopo i liberi di Evangelisti è grande la difesa di Agrigent su Mays nell'ultimo possesso.

FORTITUDO AGRIGENTO - PALLACANESTRO TRAPANI 76-72 (19-15, 37-33, 54-54)

AGRIGENTO - Chiarastella 9, Buford 12, Evangelisti 12, Piazza 12, Bell-Holter 11, Zugno 9, De Laurentiis 3, Innocenzo 5, Bucci 2, A.Tartaglia ne, M.Tartaglia ne, Cuffaro ne.

TRAPANI - Tavernelli 4, Renzi 20, Viglianisi 1, Crockett 18, Ondo Mengue, Mays 22, Filloy 7, Ganeto ne, Nicosia ne, Costadura ne, Simic ne.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php