Live Sicilia

calcio - lega pro

L’Akragas entra nella fase decisiva
D’ora in avanti è vietato sbagliare


Articolo letto 782 volte

Quattro sfide chiave per la corsa alla salvezza del Gigante, affatto ridimensionato dal ko con la Paganese.

VOTA
0/5
0 voti

AGRIGENTO – La sconfitta contro la Paganese non inficia la fiducia dell’Akragas di poter raggiungere la salvezza, sfruttando le quattro partite rimaste a partire dall’altro impegno casalingo contro la Casertana, squadra ancora in corso per la lotta playoff che sicuramente verrà ad Agrigento per cercare la vittoria. L’Akragas, dopo il 2-1 contro la Paganese, ha fatto un passo indietro dal punto di vista fisico, accusando anche i minuti dell’impegno infrasettimanale contro il Messina, ma non dal punto di vista mentale: i ragazzi di mister Di Napoli hanno infatti messo ancora una volta l’anima nei 90 minuti contro la squadra di Grassadonia, vincente grazie ad un grande Reginaldo.

La svolta dell’Akragas per un atteggiamento più propositivo, che ha portato punti importanti nelle ultime gare, non si è esaurita. È la squadra biancazzurra, infatti, a cercare immediatamente occasioni, aggredendo subito l’avversario, soprattutto nelle gare casalinghe, evitando di attendere gli ospiti, ma difendendosi bene, cercando di sfruttare la velocità degli attaccanti, attraverso il gioco sulle fasce e i lanci lunghi dal centrocampo per le due “torri” Cocuzza e Klaric. L’obiettivo salvezza non è facile ma sulla carta non è impossibile: già contro squadre quotate come Catania, Siracusa e Matera, l’Akragas ha dimostrato di saper tirare le unghie e graffiare al momento giusto, vincendo partite importanti.

Uno stop in un cammino che comunque ha del miracoloso, considerando il budget ridotto e le tantissime cessioni a gennaio, non è un dramma. Ma Raffaele Di Napoli è il primo a credere nel gruppo di atleti a sua disposizione, assumendosi la colpa dello stop contro la Paganese, pronto già a ripartire nella sfida di sabato, ancora all’Esseneto contro la Casertana, puntando sulla voglia di rivincita dei suoi uomini. Oggi, dopo un giorno di riposo, la formazione biancazzurra tornerà ad allenarsi per un finale di campionato in cui è adesso vietato sbagliare, partendo dalla Casertana, poi affrontando il Cosenza fuori casa, Juve Stabia ancora all’Esseneto e l’ultima che potrebbe essere una sfida salvezza in casa del Monopoli, con i pugliesi ancora in lotta per raggiungere la permanenza in Lega Pro.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php