Live Sicilia

basket - serie a

Orlandina, l'infermeria si svuota
Nicevic e Berzins i veri acquisti?


Articolo letto 561 volte

Il capitano è tornato in campo a Reggio Emilia, il lettone pronto al rientro. Domenica si va a Pistoia.

VOTA
0/5
0 voti

CAPO D'ORLANDO (MESSINA) - Non succedeva ormai da sei mesi che a Capo d'Orlando si arrivasse ad assistere a due sconfitte consecutive da parte della Betaland. Eppure, dopo lo scivolone all'ultimo secondo a Masnago contro Varese, la formazione biancazzurra è caduta - per la terza volta in altrettanti incroci stagionali - contro la Grissin Bon Reggio Emilia, accusando dunque la seconda sconfitta consecutiva. Un ko che non ha affatto scalfito lo strepitoso campionato fin qui disputato dall'Orlandina, nè tantomeno ha dato scoramento e delusione in una società che si è ormai abituata all'aria di alta classifica, tanto da non aver perso tempo nel rimugginare sulla battuta d'arresto del PalaFantozzi contro gli emiliani, volgendo anzi lo sguardo al prossimo impegno, quello di domenica prossima contro la The Flexx Pistoia. Una partita che potrebbe diventare fondamentale per chiudere quasi del tutto il conto per quanto riguarda la corsa verso i playoff. La Betaland, infatti, ha attualmente quattro punti di vantaggio sul gruppetto di squadre attualmente assestate tra l'ottava e la decima posizione, e tra le quali spicca anche la formazione toscana, allenata dall'ex orlandino Vincenzo Esposito e protagonista di una buona striscia di risultati nella seconda metà di marzo. Vincere al PalaCarrara, e portare dunque il proprio vantaggio a sei lunghezze sulla The Flexx con ancora quattro partite da giocare, vorrebbe dire porre una seria ipoteca almeno sul piazzamento tra le prime otto.

E per riuscire a chiudere in maniera positiva un campionato che è già eccellente, la Betaland Capo d'Orlando sembra poter finalmente ritrovare una rotazione di elementi più profonda a disposizione di Gennaro Di Carlo. A partire da uno dei simboli del roster, ma anche della storia recente del club paladino, ovvero Sandro Nicevic. Il capitano dell'Orlandina è tornato sul parquet domenica scorsa, giocando cinque minuti in avvio di partita contro Reggio Emilia dopo uno stop durato ben ventitrè partite, visto che l'ex giocatore della Benetton Treviso aveva giocato solo nel match inaugurale, quello perso al PalaFantozzi contro i campioni in carica dell'Olimpia Milano. Un rientro importante, quello di Nicevic, sia in termini di minutaggio che continuerà a crescere già dal match di Pistoia, sia sul fronte psicologico e dell'esperienza da mettere sotto canestro, visto che in più di un'occasione i lunghi della Betaland hanno un po' sofferto sotto le plance contro i diretti avversari. Il numero 10 biancazzurro, dunque, è pronto a lasciare il ruolo di "capitano non giocatore" di stampo tennistico per tornare a stringere per bene le stringhe delle scarpe per trascinare i compagni verso l'obiettivo.

Ma il rientro di Nicevic non sarà l'unico nel gruppo a disposizione di coach Di Carlo, il quale potrebbe presto riavere tra le proprie fila anche Janis Berzins. L'esterno lettone, uno dei colpi messi a segno in estate dal ds Sindoni per rinforzare la Betaland, ha appena recuperato in maniera completa dall'infortunio al ginocchio destro patito durante la sfida vinta all'andata contro Torino (era fine ottobre), e anche lui si è seduto in panchina domenica scorsa contro la Grissin Bon. Per l'ex giocatore del VEF Riga si era parlato di una partenza in prestito in una formazione di serie A2 fino al termine della stagione, per consentirgli di tornare a pieno regime e per potersi concentrare al meglio alla prossima annata, considerando anche il contratto firmato fino al 2019 con l'Orlandina. Tuttavia, le ottime risposte date da Berzins durante i primi allenamenti effettuati a pieno carico avrebbero indotto Di Carlo e il suo staff a frenare i propositi di cessione avanzati a marzo. Potrebbe essere dunque il giocatore baltico il sostituto, più nelle rotazioni che sul piano tattico, di Zoltan Perl, il quale ha iniziato la sua avventura a Treviso in maniera positiva: 10 punti e 4 rimbalzi di media dopo le prime quattro giornate.

Dai recuperi importanti di capitan Nicevic e del giovane Berzins, dunque, potranno passare buona parte delle chances di mantenimento di un posto ai playoff per la Betaland, che nel frattempo prosegue la preparazione della sfida contro Pistoia. Una sfida che potrà consentire a Capo d'Orlando di riprendere quel filotto di risultati positivi interrotto bruscamente con il doppio colpo da ko rifilato prima da Varese e poi da Reggio Emilia. Per non assistere a una situazione ancora inedita nella stagione da favola dell'Orlandina, ovvero un filotto di tre sconfitte consecutive che da oltre un anno non si vede in terra paladina.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php