Live Sicilia

calcio - lega pro

Il Siracusa si invola verso i playoff
Casertana ko nello scontro diretto


Articolo letto 5.810 volte

Prova solida degli aretusei che, nonostante le assenze, dominano nei 90’ sprecando anche tante occasioni.

VOTA
0/5
0 voti

SIRACUSA – Vittoria fondamentale per il Siracusa di Sottil che fa suo lo scontro diretto per i playoff con la Casertana grazie ad una prestazione solida. Gli azzurri reagiscono così al k.o. nel derby con l’Akragas di domenica scorsa e si rilanciano in classifica nonostante le tante assenze pesanti. Ed il risultato finale avrebbe potuto assumere dimensioni anche più grandi: la formazione di Sottil costruisce tanto nella prima frazione, ma concretizza pochissimo, mettendo a segno la rete del momentaneo vantaggio con De Silvestro alla mezz’ora e sprecando numerose ghiotte opportunità con Persano e la stessa ala ex Pordenone. Nella ripresa poi la Casertana mette paura al Siracusa con la splendida rete di Giorno in apertura di tempo, ma i leoni riescono a mettere nuovamente la testa avanti grazie al calcio di rigore conquistato e trasformato da Catania al 55’. Nel finale tante opportunità in contropiede per la squadra di casa, che prova senza successo a chiudere i conti con i campani allungati e riversati nella metà campo avversaria alla disperata ricerca del pareggio.

Tanti problemi di formazione per Andrea Sottil che a causa di assenze pesanti è costretto a cambiare molti degli interpreti del suo più che collaudato 4-2-3-1: squalificati sia Pirrello sia Turati in difesa e, dunque, coppia di centrali inedita con Diekitè e Cossentino davanti al portiere Santurro; sugli esterni bassi Brumat e Malerba, in cabina di regia Spinelli e Palermo, mentre in attacco, viste le contemporanee indisponibilità di Scardina e De Respinis, esordio dal primo minuto di Persano, supportato da De Silvestro, Catania e Valente.

Buon avvio degli ospiti che non si dimostrano affatto timorosi in attacco, eseguendo un buon pressing sugli avversari, anche se la prima conclusione del match è di firma azzurra: al 5’, infatti, Lele Catania con un bel gesto tecnico controlla un pallone al limite dell’area e poi calcia al volo spalle alla porta senza però impegnare più di tanto Ginestra. La Casertana risponde con un paio di tentativi finiti ampiamente a lato dalla porta difesa da Santurro, ma è il Siracusa ad alzare il baricentro al quarto d’ora attaccando con maggiore convinzione. Al 18’ i leoni si rendono pericolosi con Valente, il quale viene liberato ottimamente all’interno dell’area di rigore su schema da calcio d’angolo, ma l’ala sinistra degli aretusei calcia debolmente col destro. Stupenda azione corale del Siracusa poi al 25’ con lo scambio tra Persano e Catania che infila la difesa rossoblu sulla sinistra, ma sul cross rasoterra del numero 10 si avventa De Silvestro che con la punta non riesce ad angolare quel tanto che basta per battere Ginestra. Un minuto più tardi un’altra grande chance per il vantaggio azzurro, con il solito Lele Catania che va via al suo diretto avversario e poi serve Persano al centro dell’area, il quale però ha un controllo infelice che non gli permette di concludere a dovere e Ginestra para ancora una volta a terra. Ma la retroguardia della Casertana non riesce ad arginare la manovra fluida dei padroni di casa e l’assedio del Siracusa si concretizza nella rete del vantaggio di De Silvestro allo scoccare della mezz’ora: calcio di punizione vicino la bandierina del corner battuto dalla sinistra da Valente, Palermo prolunga con il tacco sul secondo palo e lì l’ex Primavera della Juventus non può sbagliare e appoggia in rete da due passi. Pochi minuti dopo è ancora Ginestra a salvare i suoi dal doppio svantaggio: De Silvestro su punizione dal limite riesce a trovare l’angolino basso, ma l’estremo difensore campano compie un autentico miracolo ed in due tempi riesce a liberare con la palla che si ferma proprio sulla linea di porta. Siracusa ancora all’attacco con Valente che al 38’ ci prova con un bel tiro a giro che, però, a causa di una deviazione finisce largo di poco e capitan Spinelli, nel conseguente calcio d’angolo, non sfrutta una ghiotta opportunità per raddoppiare, controllando male tutto solo al limite dell’area piccola. Al 42’ Persano fallisce, forse ancora sotto pressione per l’errore precedente, litiga col pallone e perde il tempo per la battuta una volta servito a tu per tu con il portiere campano e si fa recuperare da un difensore. La Casertana infine prova a chiudere in avanti la prima frazione, ma senza mettere in affanno la difesa dei leoni.

Nella ripresa avvio arrembante della Casertana che coglie la traversa al 47’ su un tiro deviato da Cossentino sulla linea di porta. Ma due minuti più tardi Giorno pesca il jolly dai 25 metri sorprendendo Santurro con un destro che si insacca sotto l’incrocio dei pali. Il Siracusa però reagisce immediatamente riversandosi nell’area di rigore avversaria ed al 54’ Catania, spinto da Finizio, guadagna un calcio di rigore: dagli undici metri è lo stesso fantasista azzurro a presentarsi per la battuta e con grande freddezza realizza il gol del 2-1 spiazzando Ginestra. Le squadre si allungano e la partita diventa ancora più divertente con occasioni da una parte e dall’altra. Al 75’ proteste dei giocatori del Siracusa per un gol annullato ad Azzi per una sospetta posizione di fuorigioco, una circostanza sulla quale rimangono molti dubbi. Al minuto 80’ ripartenza dei leoni con un lancio lungo ad indirizzo di Catania che parte sul filo del fuorigioco e controlla splendidamente in corsa, ma poi sfinito non riesce a centrare la porta appena entrato in area. Cinquie minuti più tardi è ancora il Siracusa a provare di chiudere i conti con De Silvestro che con un tiro secco impegna severamente Ginestra. La formazione di Sottil continua a spingere anche nei minuti di recupero, ma Azzi in contropiede è egoista e piuttosto che servire un compagno libero in area di rigore, prova la soluzione personale ma la mira è imprecisa.

Tabellino

Siracusa-Casertana 2-1

Marcatori: De Silvestro 30’, Giorno 49’, Catania (r) 55’.

SIRACUSA (4-2-3-1): Santurro; Brumat, Diakitè, Cossentino, Malerba; Palermo (Giordano 69’), Spinelli; De Silvestro, Catania, Valente (Dentice 87’); Persano (Azzi 58’).
A disposizione: Gagliardini, Longoni, Russo, Toscano, Nania.
Allenatore: Sottil.

CASERTANA (4-3-3): Ginestra; Finizio, Lorenzini, D’Alterio, Ramos, Magnino (Corado 60’), Giorno (Colli 74’), De Marco; Carriero, Cisotti (Ciotola 68’), Orlando.
A disposizione: Fontanelli, Simone, Diallo, Petricciuolo.
Allenatore: Tedesco.

Arbitro: Sig. Giovanni Nicoletti (Catanzaro).

Assistenti: Driss Abou Elkhayr (Conegliano) e Sig. Patric Leonarduzzi (Merano.

Ammoniti: Giorno 21’, De Silvestro 67’, De Marco 68’.

Espulsi: -.

Note – Calci d’angolo: 8/5; tempo di recupero 1’pt/4’st.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php