Live Sicilia

calcio - lega pro

Di Napoli: “Ci siamo superati
È una vittoria che vale doppio”


Articolo letto 832 volte

L’allenatore dell’Akragas ha commentato la vittoria nel derby con il Siracusa nel post partita.

VOTA
0/5
0 voti

AGRIGENTO – L’Akragas guadagna ancora tre punti importantissimi e sale in classifica a quota 34 punti dopo una partita giocata con il cuore e con un gioco ormai rodato con un finalizzatore, Cocuzza, riscoperto negli ultimi mesi dopo aver superato i problemi fisici, che adesso si trova a quota tre gol, tre gol pesantissimi che valgono una metà di salvezza così come le parate finali di Pasquale Pane. Il primo ad entrare in sala stampa dopo il match, parlando al telefono con Marcello Giavarini, è il presidente Silvio Alessi, che tiene a voler fare una dedica speciale per la vittoria contro il Siracusa: “Voglio dedicare questa vittoria, ad una persona speciale e un professionista, qual è Peppino Tirri”.

Di tutt’altro colore la dedica di Raffaele Di Napoli, arrivata per due persone importantissime della sua vita: “È un giorno che ricorderò sempre – spiega l’allenatore in sala stampa – perché oggi è il compleanno di mia figlia e perché, il 2 aprile dello scorso anno mia madre ha avuto un problema che combatte ancora oggi: dedico a loro questa vittoria”. Passando al match Di Napoli elogia il lavoro dei suoi: “È stata una partita complicata, dove i ragazzi si sono superati – commenta il mister – nel primo tempo abbiamo fatto un ottimo calcio, poi abbiamo abbassato il ritmo e loro sono venuti fuori. Nel secondo tempo siamo scesi in campo per tornare il gol vittoria e lo abbiamo trovato, contro una squadra messa bene in campo. Voglio fare un plauso a questi giocatori e a questo staff, siamo un gruppo che si è fortificato nelle difficoltà, oggi per me era un giorno particolare, voglio ringraziare la gente che è venuta in campo per sostenere la squadra”.

“Questa vittoria di oggi vale sei punti per i risultati degli altri, però voglio pensare subito alla prossima gara dove affrontiamo il Messina, una grande squadra. La squadra peloritana è stata costruita per migliorare il settimo posto, ma per il potenziale che ha avrebbe dovuto fare di più. Noi siamo umili e lavoriamo per fare risultato, siamo contenti che la gente ci apprezzi, dobbiamo lavorare duro”. Dietro la vittoria c’è però tanto lavoro in settimana come spiega Di Napoli che pensa già al prossimo derby contro il Messina: “Noi durante la settimana guardiamo le partite della squadra avversaria, e faccio la squadra in base all’avversario con l’obiettivo di limitare le giocate degli avversari, cercando di puntare i loro punti deboli”.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php