Live Sicilia

calcio - lega pro

Il Catania cade anche a Catanzaro
Pulvirenti ora rischia di saltare


Articolo letto 6.386 volte

Gli etnei rimediano la quinta sconfitta consecutiva ed il tecnico rossazzurro sembra prossimo all'esonero.


CATANZARO – E sono cinque. Il Catania perde ancora rilanciando, stavolta, le speranze salvezza di un modestissimo Catanzaro che fa tesoro della incipiente depressione rossazzurra con la formazione allenata da Giovanni Pulvirenti capace di incassare i due gol decisivi nei primi minuti. Eppure, dopo il palo colpito da uno spento Pozzebon, Mazzarani aveva riacceso le speranze etnee alla mezzora. Nella ripresa, però, il Catania è riuscito soltanto a sfiorare il pareggio senza, tuttavia, ottenerlo anche perché la traversa si è opposta beffardamente alla staffilata di Di Grazia strozzando in gola l’urlo di gioia di Biagianti e compagni.

Anche oggi hanno convinto poco o nulla talune scelte tattiche in casa rossazzurra e, malgrado la girandola di sostituzioni, il Catania non è riuscito a segnare il secondo gol nonostante una netta superiorità, palesata nella ripresa, rispetto al modestissimo avversario. Impalpabili Pozzebon, Russotto e Tavares (quando è sceso in campo) mentre Mazzarani ha sfiorato il palo con una bella conclusione dal limite dell’area. Ma l’esito finale è stato lo stesso delle ultime quattro partite: sconfitta, delusione e confusione. Adesso la panchina di Giovanni Pulvirenti traballa eccome. Con lui in panchina il Catania non ha cavato un ragno dal buco. E mercoledì al “Massimino” arriva la pimpante Virtus Francavilla.

Tabellino

CATANZARO-CATANIA 2-1

CATANZARO (4-4-2) – De Lucia, Pasqualoni, Icardi, Giovinco (k) (dal 36° s.t. Gomez), Mancosu (dal 13° s.t. Patti), Sabato, Sarao, Prestia, Maita, Sirri, Van Ransbeeck (dal 26° s.t. Carcione).
A disposizione: Svedkauskas, Cunzi, Leone, Campagna, Bensaja, Basrak, Esposito, Cedric, Imperiale.
Allenatore: Alessandro Erra.

CATANIA (4-3-3) – Pisseri, Parisi, Drausio, Bergamelli, Djordjevic, Bucolo (dal 19° s.t. Di Grazia), Biagianti (k), Fornito, Russotto (dal 36° s.t. Barisic), Mazzarani, Pozzebon (dal 31° s.t. Tavares).
A disposizione: Martinez, Mbodj, Di Stefano, Di Cecco, De Rossi, Piermarteri, Manneh.
Allenatore: Giovanni Pulvirenti.

Arbitro: Daniele Paterna della sezione A.I.A. di Teramo.

Assistenti: Domenico Lacalamita (Bari)  e  Salvatore Marco Dibenedetto (Barletta).

Reti: 5° p.t. Sarao (CZ); 22° s.t. Giovinco (CZ); 29° s.t. Mazzarani (CT).

Squalificati: Scoppa (CT).

Diffidati: Parisi, Bucolo, Russotto (CT).

Indisponibili: Baldanzeddu, Marchese (CT).

Ammoniti: Sabato (CZ); Mancosu (CZ); Pozzebon (CT); Sarao (CZ);

Espulsi: //.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php