Live Sicilia

calcio - serie a

Il Palermo agli americani
Settimana clou per l'affare


Articolo letto 16.849 volte

Il patron incontrerà alcuni esponenti del fondo, da decidere giorno e luogo del summit decisivo.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Sette giorni per capire se ci saranno novità di sostanza nel futuro del Palermo, tanto in campo quanto a livello societario. E se Diego Lopez e i suoi giocatori proveranno a mettersi alle spalle la doppia prova del fuoco contro Atalanta e Juventus, chiusa con sette gol sul groppone e inevitabilmente zero punti messi a segno, con la sfida del "Barbera" contro la Sampdoria, lontano dal campo si giocherà probabilmente la partita più importante della storia recente del club di viale del Fante. Maurizio Zamparini tornerà a contatto con gli esponenti di quel fondo americano, almeno all'apparenza interessato a prelevare dal patron gran parte delle quote in suo possesso della società rosanero. Come si è ben capito, l'imprenditore friulano dovrebbe mantenere un piccolo segno della sua presenza in seno al Palermo, trattendo una percentuale bassa del pacchetto azionario a sua disposizione e probabilmente anche la poltrona di presidente onorario, ma qualora venisse raggiunto l'accordo il Palermo del futuro avrà forti tinte statunitensi.

Stando alle ultime notizie giunte a nostra disposizione, la valutazione fatta da Zamparini per il 100% delle quote del Palermo si aggira intorno ai 50 milioni di euro. Una cifra che difficilmente verrà incassata dal friulano, anche perchè non sarà l'intero pacchetto azionario a venire ceduto dall'imprenditore al fondo a stelle e strisce. Ma con ogni probabilità l'accordo potrebbe essere trovato entro la fine di questa settimana, visto che già oggi lo stesso Zamparini dovrebbe trovare un punto d'incontro con gli esponenti del fondo su alcuni dettagli che potrebbero rivelarsi fondamentali per poi incontarsi e trovare l'accordo. Tra questi la data da fissare e il luogo in cui si dovrà svolgere l'incontro decisivo. Come detto, in ogni caso, non ci sarà solo l'acquisto del Palermo al centro delle trattative tra Zamparini e gli imprenditori statunitensi.

Dagli States, infatti, arriva la forte intenzione che nel "pacchetto" ci saranno altri aspetti da curare, sul piano infrastrutturale. Si parlerà anche del centro sportivo che Zamparini da tempo vuole far costruire, così come quello che doveva essere il fiore all'occhiello della sua gestione, ovvero la nascita del nuovo stadio del Palermo. Due strutture che andrebbero a restituire al club di viale del Fante il lustro che l'imprenditore friulano era riuscito a offrire al popolo palermitano negli anni passati, con la finale di coppa Italia a fare da deadline prima di un lento ma inesorabile crollo, parzialmente tamponato con il ritorno in serie A datato maggio 2014. Nel frattempo è lo stesso Zamparini a provare a concludere un affare che lo aiuterebbe - e non poco - anche a livello finanziario, viste le recenti e a dir poco preoccupanti notizie sul fronte economico dei gruppi da lui gestiti.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php