Live Sicilia

calcio - lega pro

Sottil avverte il suo Siracusa:
“Non sottovalutare il Melfi”


Articolo letto 2.715 volte

Il tecnico aretuseo ha invitato i suoi uomini a diffidare della classifica e a dare prova di carattere.

VOTA
0/5
0 voti

SIRACUSA – I leoni vogliono tornare a ruggire dopo la sconfitta, sotto molti punti di vista, immeritata di Lecce. Lo stop in Salento per come è arrivato brucia ancora, ma deve finire nel più breve tempo possibile nel dimenticatoio, anche perché il Siracusa sta dando prova di continuità, se non dal punto di vista del risultato, quantomeno sotto l’aspetto della prestazione. L’unità d’intenti e la compattezza del gruppo è venuta fuori anche contro i giallorossi e mister Sottil si aspetta che queste due grandi virtù emergano anche nella sfida di domani con il Melfi.

Una partita delicata, contro una squadra che senz’altro sta facendo fatica, essendo reduce da una terrificante striscia di 9 sconfitte consecutive, ma sono dati comunque da prendere con le “pinze”, come si suol dire: sì, perché i lucani non hanno mancato di riservare delle sorprese in questa stagione, fermando squadre come la Casertana, il Fondi ed il Monopoli e, soprattutto, rimanendo imbattuti con le siciliane pareggiando col Siracusa all’andata, col Catania, con l’Akragas e addirittura vincendo col Messina.

Per l’incontro di domani Sottil non potrà fare affidamento ancora una volta su Giordano, Palermo e Dezai, mentre Dentice nonostante l’affaticamento muscolare ci sarà, per quello che dovrebbe essere un ritorno al 4-2-3-1 con Santurro tra i pali, Pirrello e Turati al centro della difesa, Dentice e Sciannamè esterni bassi, Toscano e Spinelli in cabina di regia ed Azzi, Catania e Valente alle spalle dell’unica vera punta Scardina: “La classifica non deve confondere nessuno- ha detto Sottil alla vigilia della sfida coi lucani –, perché il Melfi è una squadra che ha subito 50 gol ma ne ha fatti 26, è una squadra che ha giocatori importanti, una squadra viva, che segue l’allenatore perché nonostante le sconfitte c’è un allenatore che lavora e una squadra con una identità ben precisa. Ovvio che è una squadra che evidentemente ha problemi e noi dobbiamo essere bravi a trovarli durante la partita e far male nelle zone dove possiamo incidere. Ma dobbiamo mettere in campo tutte le nostre caratteristiche soprattutto in partite come queste”.

Sono 21 i giocatori convocati per la sfida di domani al "De Simone":
Portieri: Santurro, Gagliardini;
Difensori: Malerba, Dentice, Brumat, Diakitè, Pirrello, Sciannamè, Turati, Cossentino;
Centrocampisti: Toscano, Spinelli, Russo;
Attaccanti: Longoni, Catania, Valente, De Silvestro, De Respinis, Azzi, Persano, Scardina.

SIRACUSA (4-2-3-1): Santurro; Dentice, Pirrello, Turati, Sciannamè; Toscano, Spinelli; Azzi, Catania, Valente; Scardina.
Indisponibili: Giordano, Palermo e Dezai.
Ballottaggi: Dentice-Brumat 55%-45%; Valente-De Silvestro 60-40%.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php