Live Sicilia

calcio - serie a

Il Palermo cambia a Torino
Lopez valuta la difesa a tre


Articolo letto 1.579 volte

Il tecnico rosanero potrebbe passare al 3-4-3: torna Aleesami, in attacco scalpita Balogh.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Cambiare qualcosa nella sfida con la Juventus per provare ad uscire da una situazione di classifica non ancora compromessa ma molto difficile da migliorare alla luce delle recenti prestazioni. Nella mente di Diego Lopez c’è infatti il passaggio dal 4-3-3, utilizzato nelle prime tre uscite dall’allenatore ex Cagliari, al 3-4-3 con qualche taglio che riguarderà il centrocampo e l’attacco. Nell’anticipo dello ‘Stadium’ contro i campioni d’Italia in carica il tecnico rosanero si gioca infatti la chiave della sorpresa per provare a strappare almeno un punto nella tana dei bianconeri che viaggiano spediti in testa alla classifica. Per i siciliani, che dopo la sconfitta con l’Atalanta si trovano ancora ad otto punti dall’Empoli quartultimo, anche se la sfida con Higuain e soci sulla carta è già scritta c’è la possibilità di puntare comunque ad un colpaccio come quello messo in atto al ‘San Paolo’ contro il Napoli.

Qui Palermo. L’infortunio di Pezzella al retto femorale destro, con il terzino sinistro che ne avrà per un mese, dà la possibilità a Lopez di rivoluzionare per la prima volta l’assetto della sua squadra con l’inserimento di Aleesami dal 1’ al posto del partenopeo e, allo stesso tempo, l’avanzamento del norvegese dalla difesa ad esterno di centrocampo. A questo punto si tornerebbe ad una difesa a tre con Sunjic, in ballottaggio con Cionek, che completerà il reparto con Gonzalez e Goldaniga mentre a centrocampo oltre alla rinuncia ad un Jajalo in calo, che verrà sostituito da Gazzi, tornerà in panchina anche Chochev. Insieme all’ex Torino giocherà dunque Bruno Henrique con Rispoli che avanzerà al pari di Aleesami per dar maggior supporto sulla fascia destra. In avanti l’unico cambio potrebbe riguardare Carlos Embalo, con Norbert Balogh che si candida ad una maglia da titolare per giocare insieme a Trajkovski e Nestorovski.

Qui Juventus. Allegri dovrà rinunciare a due pedine importanti del suo scacchiere come Giorgio Chiellini, infortunatosi dopo pochi minuti della trasferta di Cagliari, e sopratutto Mario Mandzukic. L’attaccante croato, utilizzato come esterno offensivo nel modulo iper-offensivo contemporaneamente con Dybala, Cuadrado e Gonzalo Higuain, è stato appiedato dal giudice sportivo e quindi costretto a saltare la sfida ai siciliani. Alla luce della sfida della settimana prossima in Champions l’allenatore bianconero darà dunque spazio ad elementi meno utilizzati fino ad ora come Dani Alves, Benatia, Asamoah e Sturaro. Il modulo sarà il 4-3-1-2 con Miralem Pjanic alle spalle della coppia d’attacco argentina e Khedira e Marchisio a completare la mediana. Gara affidata all’arbitro Di Bello di Brindisi.

Le probabili formazioni

JUVENTUS (4-3-1-2): Buffon; Dani Alves, Bonucci, Benatia, Asamoah; Khedira, Marchisio, Sturaro; Pjanic, Dybala, Higuain. All.: Massimiliano Allegri.

PALERMO (3-4-3): Posavec; Goldaniga, Gonzalez, Sunjic; Rispoli, Bruno Henrique, Gazzi, Aleesami; Balogh, Nestorovski, Trajkovski. All.: Diego Lopez.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php