Live Sicilia

calcio - serie a

L'Atalanta passa 3-1 al 'Barbera'
Palermo, occasione persa


Articolo letto 5.450 volte

Gli orobici s'impongono con le reti di Conti e Gomez nel primo tempo, poi il gol di Chochev e il definitivo 3-1 di Cristante.


PALERMO - Doveva essere una gara diversa ma l’Atalanta di Gasperini continua a viaggiare come un treno in questa sua stagione super e travolge anche il Palermo di Diego Lopez nella sua travolgente corsa alle zone alte della classifica. Per i rosanero del tecnico uruguaiano, che ferma a due gare la sua striscia positiva, il match contro gli orobici si conclude con un 3-1 forse troppo pesante per la mole di gioco messa in campo ma i nerazzurri, con un Papu Gomez in versione Champions, hanno fatto prevalere il loro maggior tasso tecnico e in generale la miglior organizzazione. Un peccato per i siciliani che gettano alle ortiche l’ennesima occasione di accorciare sull’Empoli quartultimo che nel frattempo in quel di ‘San Siro’ è uscita con una prevedibile sconfitta contro l’Inter di Pioli. A vedere il bicchiere mezzo pieno c’è da osservare dunque la classifica con le distanze che rimangono immutate in zona retrocessione con tutte le pretendenti alla salvezza che hanno perso (comprese Crotone e Pescara) però con una giornata in meno a disposizione da sfruttare per tentare quella che resta sempre un’impresa complicatissima.

SUBITO ATALANTA Gli uomini di Gasperini partono subito con il piede sull’acceleratore e nel giro di pochi minuti mettono in apprensione Posavec con Gomez e Petagna. Il portiere croato ci mette una pezza fino al 19’ quando Spinazzola serve un cross per Conti che di testa supera il giovane estremo difensore rosanero e la guardia abbastanza lenta di Goldaniga. I rosa, che con Embalo e Nestorovski avevano provato ad impensierire la retroguardia orobica, perdono mordente e dopo pochi minuti regalano la palla del 2-0 agli ospiti. Jajalo appoggia con troppa leggerezza un pallone a centrocampo che Gomez ruba prontamente per involarsi verso Posavec e superarlo con una rasoiata di sinistro a superare l’ex Inter Zapresic. La gara è praticamente messa in ghiaccio prima ancora della mezz’ora con il Palermo che prova a destarsi dal sonno indotto dal prolungato possesso palla atalantino.

REAZIONE CHOCHEV All’improvviso una fiammata dei rosanero arriva con il bulgaro. Sugli sviluppi di un’azione convulsa Bruno Henrique prende palla e crossa in area dove trova Chochev che si fa trovare pronto a deviare in porta dove Berisha può solo sfiorare il pallone che si spegne dentro la porta nerazzurra. All’intervallo il Palermo dà dunque un segnale di risveglio dopo un primo tempo tutto di marca orobica.

CRISTANTE LA CHIUDE I rosanero tornano in campo con il piglio giusto e con il solito Nestorovski provano a riacciuffare quantomeno il pari che, in virtù della sconfitta contemporanea dell’Empoli, varrebbe comunque un passo in avanti dei rosanero in classifica ma l’ex di turno Brian Cristante cancella i sogni di aggancio dei siciliani con la rete giunta al 79’. Protagonista ancora una volta Gomez che pesca il centrocampista sulla linea del fuorigioco libero di battere con un colpo di testa schiacciato a terra Posavec. La gara si chiude praticamente lì con i padroni di casa annullati dal terzo gol dei nerazzurri.

 

IL TABELLINO

Reti: Conti 19', Gomez 26', Chochev 41', Cristante 79'.

PALERMO: (4-3-3) Posavec; Rispoli, Goldaniga, Gonzalez (cap.), Pezzella; B. Henrique (Balogh 83'), Jajalo, Chochev (Gazzi 74'); Embalo, Nestorovski, Trajkovski (Diamanti 55'). A disp: Marson, Breza, Vitiello, Andelkovic, Cionek, Aleesami, Sallai, Sunjic, Morganella. All: Diego Lopez.

ATALANTA: (3-4-1-2) Berisha; Toloi, Caldara, Masiello; Conti, Kessié (Grassi 86'), Freuler, Spinazzola;  Kurtic (Cristante 70'); Petagna, Gomez (cap.). A disp: Rossi, Gollini, Zukanovic, D'Alessandro, Pesic, Hateboer, Paloschi, Raimondi, Mounier, Bastoni. All: Gian Piero Gasperini.

ARBITRO: Daniele Orsato (Schio).

NOTE: Ammoniti, Rispoli 10', Gonzalez 22', Freuler 72', Jajalo 74'. Spettatori: 12.844.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php