Live Sicilia

basket femminile

Ragusa si ferma ancora
Finale decisivo contro San Martino


Articolo letto 101 volte

Stanchezza, infortuni e imprecisione: tre elementi che costringono le biancoverdi alla sconfitta.

VOTA
0/5
0 voti

RAGUSA - La stanchezza, gli infortuni, la poca precisione al tiro, soprattutto dalla lunetta. La Passalacqua perde la settima partita di campionato, ed allo stesso tempo l’opportunità di agganciare San Martino di Lupari in classifica ma perde anche Laura Spreafico per infortunio (la giocatrice oggi, sotto le direttive dello staff medico, si sottoporrà agli esami diagnostici per valutare il trauma al collaterale ed i relativi tempi di recupero), in una domenica sicuramente non delle più belle della propria storia. Già senza Lia Valerio che in settimana aveva preso un brutto colpo allo zigomo e con Bagnara che solo ieri ha nuovamente assaggiato il campo dopo diversi mesi di assenza, Lambruschi ha visto quanto mai ridotte le rotazioni delle esterne e la stanchezza per gli incontri ravvicinati si è fatta inevitabilmente sentire. Più lucida la formazione di coach Abignente nel finale - quando Ragusa ha sprecato tantissimo soprattutto ai liberi - che alla fine si è imposta per 59-64 lasciando la Passalacqua a quota 18 in classifica, in sesta posizione a -4 dalla coppia formata da San Martino e Napoli e a + 6 da Umbertide.

“Abbiamo commesso solo un grosso errore – commenta il tecnico biancoverde - quello di innervosirci perché non riuscivamo a fare canestro e perché facevamo tanti errori. Ma la verità è che non avevamo recuperato dalla partita di giovedì scorso e questo non era stato calcolato: si pensava di fare una partita come quella con Venezia ma non c’era la condizione per farla. Ci voleva però più calma, e se ci fosse stata calma si sarebbe portato a casa il risultato, e poi tre assenze tra le esterne, perché Bagnara ancora non è in condizione, hanno ovviamente avuto il proprio peso. Per quanto riguarda il Galatasaray speriamo almeno di recuperare Valerio se riuscirà ad avere la maschera. Tra l’altro loro hanno una batteria di esterne molto forte, quindi sotto questo punto di vista è la squadra sbagliata nel momento sbagliato. Ma è chiaro che si tratta di un impegno importante che vogliamo onorare al meglio e dunque non mancherà il massimo impegno”.

E già sale l’attesa per un impegno denso di fascino sportivo come quello che porterà giovedì alle 20,30 al Palaminardi di Ragusa una squadra di grande blasone come appunto la squadra turca. Domani e mercoledì dalle ore 18,00 alle ore 20.00 tutti i possessori di abbonamento a pagamento ed omaggio potranno recarsi in segreteria al PalaMinardi per ritirare il biglietto al prezzo ridotto di 5 euro.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php