Live Sicilia

calcio - serie a

Calma piatta sul mercato
La priorità resta un difensore


Articolo letto 3.011 volte

Ai rosa occorre una pedina nel reparto arretrato dopo l’arrivo di Silva. Ma Zamparini pensa ad altro.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Nel bel mezzo della finestra di mercato invernale, quella che almeno nelle aspettative doveva dare una mano ad un Palermo in piena crisi di risultati e tristemente in fondo alla classifica di serie A, ci si è messa anche l’ennesima crisi della panchina rosanero. La ricerca di un sostituto ad Eugenio Corini da parte del presidente Zamparini, che dopo il rifiuto di un ritorno da parte di Roberto De Zerbi è culminata con la scelta dell’attuale tecnico di non dimettersi, ha portato le trattative della società rosanero in una sorta di limbo in cui i tanti nomi affiancati ai siciliani sono rimasti in stand by senza che il gruppo nelle mani dell’allenatore di Bagnolo Mella giovasse fino ad ora di un rinforzo davvero utile alla causa.

Nell’arco della settimana che ha portato alla sconfitta di Empoli infatti, e all’ennesimo tira e molla per decidere il futuro della panchina, l’unica trattativa conclusa è stata quella per l’attaccante svedese di origini cilene Stefan Silva. L’acquisto della punta 24enne dal Sundsvall, autore di sette reti in trenta presenze nella passata Allsvenskan, non infiamma di certo la piazza, che aveva sentito circolare nomi molto più conosciuti nel nostro campionato (Paloschi e Pinilla su tutti, ndr), né tantomeno diventa immediatamente spendibile per Corini, visti i pochi allenamenti che il nuovo numero nove dei rosanero potrà mettere nelle gambe da qui alla prossima sfida altrettanto decisiva per la classifica dei siciliani col Sassuolo.

Dal club di viale del Fante adesso, nonostante la vicenda legata alla panchina abbia rallentato parecchio le altre trattative intavolate fino ad ora, ci si attende un ritorno convinto sul mercato per migliorare innanzitutto la traballante difesa. Al di là delle indicazioni provenienti da Corini è evidente che la squadra necessiti di rinforzi immediati nella retroguardia, alla luce anche dell’ennesima sconfitta scaturita da un errore proprio di un centrale difensivo, ed è lì che tra squalifiche ed infortuni la società rosanero dovrà mettere una pezza, sempre che le intenzioni del patron Zamparini siano realmente quelle di rinforzare una squadra che ha praticamente un piede e mezzo in serie B.

La scelta d’interpellare nuovamente De Zerbi per ‘traghettare’ i rosa in cadetteria con gli attuali elementi dà in tal senso un’idea del tipo di strada che vorrebbe intraprendere il numero uno di viale del Fante: stop al mercato in entrata, porte aperte a qualche cessione pianificata (Hiljemark seguito dall’Atalanta, ndr) e nuovi eventuali investimenti nella prossima finestra estiva. Al di là di questa visione così conservatrice, sicuramente poco gradita alla tifoseria, il nome nuovo che circola in queste ore è legato ad una vecchia conoscenza della Primavera siciliana e risponde ad Emanuele Terranova del Sassuolo.

Il 29enne originario di Mazara, che ha disputato la stagione 2006/2007 con la maglia dei baby rosanero e parte del 2009 in serie A con la prima squadra senza però trovare spazio, è reduce da un infortunio (la rottura del crociato la passata stagione contro l’Inter, ndr) che lo ha tenuto lontano sei mesi dal campo e adesso si trova con un contratto in scadenza a giugno con gli emiliani. L’agente del calciatore Andrea D’amico a tal proposito non ha escluso un passaggio ai rosanero: “È in scadenza con il Sassuolo e viene da un doppio infortunio che lo ha frenato - ha dichiarato D’Amico alla trasmissione Speciale Calciomercato di Sportitalia - Col Palermo non abbiamo ancora parlato. Lui cerca un progetto che vada oltre i prossimi sei mesi”.

I rosa restano poi attivi sul mercato dell’Est e in tal senso l’interessamento per il croato dell’Inter Zapresic Jakov Filipovic potrebbe realmente concretizzarsi nei prossimi giorni. A confermare l’appeal del 24enne da parte della società è il consulente del presidente Zamparini Dario Simic: “Filipovic è un’ipotesi molto interessante per noi - ha dichiarato l’ex calciatore del Milan ai media croati - personalmente, mi piacerebbe vederlo a Palermo“. L’eventuale sbarco in Sicilia di Filipovic non andrebbe poi ad escludere anche la chiusura della trattativa che riguarda Andrea Ranocchia dell’Inter. Il 28enne, che in nerazzurro non trova spazio, è seguito non solo dai rosanero ma anche dal Sassuolo e da un paio di club inglesi. In uscita infine, oltre agli attaccanti Bentivegna e Lo Faso seguiti dal Cesena in B, Giuseppe Pezzella ha ricevuto una richiesta dall’Avellino del suo ex allenatore Walter Novellino. Il partenopeo potrebbe valutare una parentesi in B per trovare maggior spazio.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php