Live Sicilia

calcio - serie d

Igea Virtus, primato a rischio
Due Torri ad un passo dal tracollo


Articolo letto 649 volte

Il punto sulle squadre siciliane del girone I in vista dell'ultima giornata di andata.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO – Le formazioni siciliane del girone I si apprestano ad operare il giro di boa con l’arrivo della 17ª giornata di campionato. È sfida serrata per il titolo di Campione d’Invero tra Igea Virtus e Cavese, con i giallorossi in vantaggio di 3 lunghezze, ma che affronteranno nel prossimo turno l’ostica Frattese, mentre la Leonzio e la Sancataldese gongolano per la vittoria nei derby rispettivamente con il Gela ed un Due Torri sempre più a picco.

L’Igea Virtus rallenta: sarà campione d’inverno? – La vittoria svanita all’ultimo istante di gara a Roccella è una ferita ancora aperta nei tifosi igeani, pronti a festeggiare l’ennesima grande prova della formazione di mister Raffaele. Un successo negato con più di qualche polemica, vista la sospetta irregolarità commessa su Pitarresi nell’azione che ha portato al gol dei calabresi, e che avrebbe permesso ai giallorossi di laurearsi campioni d’inverno con un turno d’anticipo. L’obiettivo di mantenere la vetta della classifica al giro di boa, però, è tuttora ad un passo, anzi, ad un punto: basterà, infatti, ottenere un pareggio in casa nel 17° turno contro la Frattese per tenersi alle spalle la Cavese che nelle ultime giornate è tornata a farsi minacciosa e che, invece, giocherà sul campo del Sersale.

La Sicula Leonzio sfoltisce la rosa – Dopo il trionfo nel derby col Gela che è valsa la prima gioia casalinga per mister Cozza, la Sicula Leonzio è tornata ad allenarsi in vista dell’ultimo match d’andata che vedrà i bianconeri impegnati sul campo del Turris. Una trasferta senz’altro ostica, dalla quale la squadra di Lentini vuole però uscirne imbattuto per concludere al meglio la prima metà del campionato tra le prime quattro della classifica. Nel frattempo, però, la società si è resa protagonista in settimana di alcuni movimenti di mercato in uscita: il club, infatti, ha sfoltito la rosa ufficializzando le cessioni di Giuseppe Librizzi, Alessio Sangiorgio, Virgilio Vitale e Maiko Candiano.

Gela, sconfitta a testa alta che non brucia – Hanno giocato per 75 minuti in inferiorità numerica nel derby di Lentini arrendendosi solamente sul finale alla Sicula Leonzio dopo aver trovato la forza di pareggiare. Una prestazione che, nonostante il risultato penalizzante, conferma quanto di buono stanno facendo i giocatori di mister Infantino, i quali sono già al lavoro per preparare la sfida casalinga con la Sarnese. Intanto i biancazzurri hanno portato a termine un’operazione in entrata ed una in uscita: Gabriele Segreto, centrocampista ex Due Torri classe '98, è un nuovo giocatore del Gela, mentre Matteo Runza, difensore centrale classe ’96, è stato ceduto in prestito al Real Avola e giocherà il resto della stagione nel campionato di Eccellenza siciliana.

Sancataldese, la vittoria nel derby ha ridato umore al gruppo – Entusiasmo alle stelle per la formazione di San Cataldo dopo la brillante vittoria esterna nel derby con il Due Torri. Uno 0-4 che lascia ben intendere la grande prestazione complessiva dei verdeamaranto, che hanno portato a casa la sfida tutta siciliana con pochi affanni. In una giornata in cui tutto ha funzionato a meraviglia è emerso Calafiore, ex biancorosso e autore di due gol, ma importante anche la marcatura di Martìn Gonzalez a confezionare il poker nella ripresa che permette al bomber argentino di mantenere una certa confidenza col gol. Un’altra nota lieta per mister Marcenò è l’estremo difensore Gaetano Dolenti, ancora una volta imbattuto e premiato come miglior portiere dello scorso campionato di Eccellenza in occasione della 16ª edizione del "Premio Nazionale del Calcio Siciliano".

Il Due Torri non decolla: 4 schiaffi dalla Sancataldese e penultimo posto – Il Due Torri perde ancora e non riesce a rialzarsi. Le due vittorie con Sersale e Palmese sembravano aver dato fiducia ad un gruppo fortemente ridimensionato rispetto alla passata stagione, ma le successive tre sconfitte consecutive (con 0 gol all’attivo) e l’addio di mister Venuto in panchina hanno rispedito i biancorossi di Piraino nell’oblio del penultimo posto. L’ultima sconfitta rappresenta il punto probabilmente più basso della stagione del Due Torri, la più larga e pesante fin qui in tutto il campionato: la speranza è che i quattro ceffoni rimediati dalla Sancataldese nel derby possano finalmente aver svegliato la formazione del tecnico Catalano.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php