Live Sicilia

calcio - serie d

Siracusa, pari a Cava de' Tirreni
Scordia, brutto ko: torna a -5


Articolo letto 2.001 volte

Focus sui verdetti della trentaseiesima giornata di campionato delle formazioni siciliane

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - La 36ª giornata del girone I di Serie D si è appena conclusa col pari d’oro per il Siracusa sul campo della Cavese, visto il contemporaneo scivolone della Frattese. Occasione sprecata, invece, per il Due Torri che non va oltre il pari con la modesta Palmese, ma rimane in corsa per i playoff grazie alla rimonta del Noto sul Reggio Calabria. Anche la Leonfortese strappa il pari con la Vibonese, mentre perdono malamente il Marsala e lo Scordia rispettivamente contro Vigor Lamezia e Aversa.

Buon pari per il Siracusa: allungo in vetta a +3 - Il Siracusa esce imbattuto dal “Lamberti” di Cava de’ Tirreni grazie ad un’ottima prestazione di squadra e si avvicina ancora di più alla conquista del titolo. Il big match di giornata si è concluso col risultato finale di 1-1, con la formazione di Sottil che si era portata in vantaggio al 29’ grazie alla rete di Agatino Chiavaro, salvo poi farsi raggiungere all’ora di gioco da D’Anna. Finale di partita incandescente, che porta all’espulsione dell’aretuseo Vindigni dalla panchina, ma i leoni resistono e tornano da Cava con un piede già in Lega Pro. Con il punto rimediato quest’oggi il Siracusa allunga ancora in classifica, portandosi a +3 sulla Frattese, sconfitta clamorosamente a Roccella e domenica prossima “al De Simone” potrebbe essere il giorno della festa azzurra.

Il Noto non molla mai: raggiunto due volte il Reggio Calabria - È un Noto dal grande cuore quello che ha fermato il Reggio Calabria al “Palatucci”. Agli uomini di Cacciola va dato il merito di non aver mai mollato, riuscendo a recuperare per ben due volte lo svantaggio. Al goal di Tiboni all’8’, infatti, ha risposto Ficarotta al 20’; poi il nuovo sorpasso degli ospiti con Roselli al 38’ che permette ai calabresi di chiudere sul 2-1 la prima frazione di gara; nella ripresa ci pensa infine il solito Mosciaro a siglare il pari definitivo per i netini al 64’, che porta un punto prezioso nelle casse del Noto, salito così in 12ª posizione a quota 40 punti.

Adamo pareggia di tacco: la Leonfortese si salva nel finale - È stata una partita più equilibrata del previsto quella tra Leonfortese e Vibonese. I biancoverdi non hanno mollato un centimetro in campo e hanno combattuto a viso aperto contro una formazione, almeno sulla carta, più attrezzata, riuscendo così a portare a casa un buon punto. Uno a uno il risultato finale con un goal per tempo: ad aprire le marcature è Allegretti che al 26’, tra le proteste dei leoni per una sospetta posizione di fuorigioco, piazza sul palo lontano il pallone del momentaneo vantaggio sugli sviluppi di un calcio d’angolo; nella seconda metà di gara però i padroni di casa si fanno sotto e nelle battute finali trovano anche il pareggio con il colpo di tacco di Adamo che risolve in mischia. La Leonfortese, che in settimana si è vista sottrarre 3 punti dal giudice sportivo, sale adesso a 37 punti in piena zona playout.

Crolla il Marsala: a Lamezia Terme finisce 3-0 - Sconfitta sonora ed inaspettata per il Marsala contro l’ultima della classe Vigor Lamezia. Gli uomini di mister Pergolizzi sono stati letteralmente travolti dai calabresi, da oggi ufficialmente retrocessi. Uno scivolone imperdonabile che può costare caro alla formazione lilibetana, la quale sembra a questo punto destinata a giocare gli spareggi per non retrocedere. Quella di oggi era una partita da vincere a tutti i costi, anche per non rendere vana l’impresa della scorsa settimana con la Cavese, ma l’assenza per squalifica del capitano Riccobono e l’atteggiamento sbagliato dei siciliani ha pesato tanto nelle economie dell’incontro. Ora al Marsala non resta che concludere il campionato con una vittoria sul Rende nel prossimo turno e sperare che le rivali non approfittino del riposo degli azzurri, previsto per la 38ª ed ultima giornata.

Il Due Torri spreca: pari indolore con la Palmese - Risultato a occhiali per il Due Torri che davanti al proprio pubblico spreca una ghiotta occasione per sorpassare il Reggio Calabria nella corsa ai playoff. L 0-0 finale è frutto di una partita giocata a ritmi bassi: Giacobbe e Petrullo sono i giocatori più pericolosi per i biancorossi, che però non riescono a sfondare la retroguardia neroverde. Il contemporaneo pareggio del Reggio Calabria sul campo del Noto, però, mantiene in piena corsa la formazione del tecnico Venuto, che dovrà ora inseguire la vittoria ad Agropoli domenica prossima per presentarsi con un -1 allo scontro diretto con il Reggio Calabria all’ultima giornata.

Per lo Scordia è notte fonda: ad Aversa perde e chiude in 9 - Altra pesante sconfitta e per lo Scordia, la cui stagione appare giunta ormai al capolinea: la matematica non condanna tuttora gli etnei che a due giornate dal termine si trovano nuovamente con 5 lunghezze di ritardo dalla Gelbison Cilento, ma per come è maturata la sconfitta di oggi gli azzurri sono in evidente difficoltà. I rossoazzurri erano riusciti a tenere bene il campo per i primi 45’, ma nel secondo tempo le due espulsioni per doppio giallo di Mazzamuto e Sardo hanno spianato la strada all’Aversa che è passata in vantaggio con la punizione di Franco al 63’, per poi raddoppiare al 77’ con Diallo. Serve a poco, infine, la rete di Messina che accorcia le distanze per i suoi. Lo Scordia rimane ferma a 28 punti con un piede già in Eccellenza.

Questo il programma completo della 36ª giornata:

Aversa – Scordia 2-1
Cavese – Siracusa 1-1
Due Torri – Palmese 0-0
Gelbison – Agropoli 5-0
Leonfortese – Vibonese 1-1
Noto – Reggio Calabria 2-2
Sarnese – Gragnano 1-1
Roccella – Frattese 2-1
Lamezia – Marsala 3-0

Classifica: Siracusa 70, Frattese 66, Cavese 64, Vibonese 52, Reggio Calabria 50, Due Torri 49, Aversa 49, Sarnese 44, Roccella 44, Gragnano 43, Rende 41, Noto 40, Marsala 39, Agropoli 38, Leonfortese 37, Palmese 35, Gelbison 33, Scordia 28, Lamezia 27.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php